email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

LONDON FILM FESTIVAL 2012

Tutti i tedeschi del London FF

di 

- Il 56° BFI London Film Festival presenta una selezione di co-produzioni tedesche nelle sue nuove sezioni

Tutti i tedeschi del London FF

Il 56° BFI London Film Festival (10-21 ottobre) presenta un’interessante selezione di co-produzioni tedesche nelle sue sezioni, da poco riorganizzate, e dedica una proiezione di gala alla Palma d’Oro Amour [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michael Haneke
scheda film
]
dell’austriaco Michael Haneke (co-prodotta in Germania da X Filme Creative Pool GmbH).

Il Concorso Ufficiale include la premiata storia post-bellica tedesca Lore [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Cate Shortland (Rohfilm GmbH), mentre Haifaa Al Mansour è nel Concorso Opere Prime con il primo film girato interamente in Arabia Saudita Wajda (Razor Film Produktion), già in Orizzonti a Venezia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La sezione Love include My German Friend [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Jeanine Meerapfel (Geißendörfer Film), Debate presenta Children of Sarajevo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Aida Begić
scheda film
]
della bosniaca Aida Begic (Rohfilm) e Dare presenta i film di Cannes Paradise: Love [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Ulrich Seidl (Tatfilm), Vous n'avez encore rien vu di Alain Resnais (Alamode Film), In the Fog [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sergei Loznitsa (Ma.Ja.De Filmproduktions-GmbH) e Post Tenebras Lux [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Carlos Reygadas, 3 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Pablo Stoll Ward e i berlinesi Just the Wind [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bence Fliegauf
scheda film
]
dell’ungherese Bence Fliegauf (The Post Republic) e The Wall di Julian Pölsler (Starhaus Filmproduktion).

Experimenta propone I'm Going To Change My Name dell’armena Maria Saakyan, Family presenta Legends of Valhalla: Thor [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
dell’islandese Óskar Jónasson (Studio Rakete), mentre in Journey ci sono Captured [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Brillante Mendoza
intervista: Isabelle Huppert
scheda film
]
di Brillante Mendoza, già alla Berlinale (B.A. Produktion GmbH) e The Patience Stone di Atik Rahimi.

In ultimo, la sezione Treasures farà riscoprire al pubblico londinese Theonis, la donna dei faraoni di Ernst Lubitsch, mentre Thrill propone Easy Money [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Daniél Espinosa (film svedese co-prodotto con Intervista Digital Media e Networkmovie) e Everybody Has a Plan [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Ana Piterbarg (Terz Filmproduktion).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy