email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Grecia

Il Salonicco FF scalda i motori della sua 53ma edizione

di 

- Presentato il manifesto ufficiale insieme alla line-up della sezione Open Horizons a poco più di due settimane dall’inizio dell’evento, il 2 novembre

Il Salonicco FF scalda i motori della sua 53ma edizione

Con l’obiettivo di replicare i risultati di spettatori dello scorso anno (un incredibile 90% in più) il Thessaloniki International Film Festival, che si aprirà il 2 novembre, ha presentato il suo manifesto ufficiale e la line-up della sezione indipendente Open Horizons.

Selezionata dal Responsabile dell’evento Dimitri Eipides, la line-up include nove candidati all’Oscar al Film Straniero da tutto il mondo, insieme a nuove opere di autori noti come Le Capital [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Costa Gavras e In the Fog [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sergei Loznitsa e Like Someone in Love [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Abbas Kiarostami, già a Cannes.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Sempre attenta alle tendenze dei vicini di casa, la sezione Balkan Survey del programmatore Dimitri Kerkinos presenta il meglio delle produzioni nord-mediterranee dell’anno. When Day Breaks [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Goran Paskaljevic sarà proposto in anteprima nazionale, mentre il regista rumeno Cristian Mungiu sarà presente alla retrospettiva dei suoi film, completata da una pubblicazione a lui dedicata dal festival.

Anche i finlandesi Aki Kaurismaki e Kurd Bahman Ghobadi e il tedesco Andreas Dresen saranno a Salonicco per introdurre le loro opere. Il festival presenta inoltre quest’anno la nuova sezione Night Views per registi che sperimentano forma e contenuto, contro le concezioni e convenzioni commerciali: i primi ad avere l’onore di essere inclusi sono il greco Costas Zapas e l’israeliano Lior Shamriz.

Il festival tributa un omaggio anche allo scomparso Theo Angelopoulos con la proiezione di La recita (1975), Viaggio a Citera (1984) e Paesaggio nella nebbia (1988) e con un concerto con le musiche dai suoi film, oltre alla presentazione di una pubblicazione in due lingue sulla sua filmografia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy