email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

LONDON FILM FESTIVAL 2012

What Richard Did: uno sguardo diverso all’Irlanda

di 

- Lenny Abrahamson presenta al London FF What Richard Did, eccezionale pezzo di cinema e indagine sfaccettata della psicologia della gioventù dorata dell’Irlanda di oggi

What Richard Did: uno sguardo diverso all’Irlanda

A cinque anni dall’uscita del suo successo di critica, il premiatissimo Garage [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ed Guiney
intervista: Jean-François Deveau
intervista: Lenny Abrahamson
scheda film
]
, l’irlandese Lenny Abrahamson torna con il dramma What Richard Did [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Il film è tratto dal romanzo di Kevin Power Bad Day in Blackrock, liberamente ispirato alla tragica vera storia della morte di un ragazzo fuori da un locale.

Richard (Jack Reynor) è un giovane della Dublino bene, molto ambizioso e alla ricerca del successo non solo negli studi, ma anche nella squadra di rugby locale. Come tutti i ragazzi passa molto tempo con gli amici, in giro e alle feste, in cerca della ragazza giusta. In questo caso, si chiama Lara, bella ed enigmatica: rende Richard molto felice, ma anche geloso, e in maniera incontrollabile. Una fatale serata cambierà per sempre la vita di Richard, distruggendo la sua esistenza apparentemente perfetta.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

What Richard Did è un film eccezionale, con un effetto duplice: se da un lato ritrae la gioventù della Dublino bene, dall’altro rivela la profonda tortura psicologica insita in un segreto non rivelato. Il film ruota intorno a questi giovani adulti, e la macchina da presa è ‘uno di loro’, e ricorda a volta il cinéma vérité. I personaggi e le loro performance sono naturali: Richard è il ragazzo affascinante amato da tutti, e la bella Lara incarna l’innocenza dell’adolescenza a confine con l’età adulta. Dopo il trauma, i toni cambiano. Abrahamson utilizza la rigogliosa natura della costa irlandese per raccontare il vuoto e l’isolamento di Richard, intensificando le percezioni sensoriali, con il risultato di un’esperienza profondamente commovente per lo spettatore.

Con What Richard Did, Abrahamson apre una finestra sulla gioventù e la bellezza dell’Irlanda e rivela la forza del suo cinema con un film intricato, intrigante, invitante.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.