email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

ESERCENTI Italia

11 milioni di spettatori per Schermi di Qualità

di 

- Le sale che partecipano al progetto del MiBAC a favore della programmazione di film italiani ed europei di qualità reagiscono meglio alla crisi del mercato

11 milioni di spettatori per Schermi di Qualità

La qualità paga. O almeno così pare dai risultati della settima edizione di Schermi di qualità, il progetto del MiBAC che premia con un contributo economico gli esercenti che programmano film di qualità italiani ed europei. Le sale che partecipano al progetto – realizzato dall'Agis d'intesa con le associazioni dell'esercizio cinematografico Anec, Anem, Acec e Fice – reagiscono meglio alla crisi del mercato, che dall'inizio dell'anno vede la frequentazione in calo dell'11,7%. Nel periodo che va da gennaio al 14 ottobre 2012, sui 66,3 milioni di presenze del mercato complessivo registrate da Cinetel, il 16,4%, ossia quasi 11 milioni di spettatori, ha riguardato le 792 sale di Schermi di Qualità (248 monosale, 394 multisale da 2 a 7 schermi e 90 multiplex), con un miglioramento dell'1,6% rispetto al 14,8% dello stesso periodo del 2011.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Il progetto Schermi di Qualità ha dato un risultato positivo nel panorama dei film italiani perché vede la partecipazione di tutta la filiera cinema, dagli esercenti fino ai distributori e ai produttori", ha dichiarato Paolo Protti, presidente dell'Agis, aggiungendo che "è necessario condividere questa iniziativa in questo momento strategicamente preoccupante, in funzione del 2013".

Il progetto conferma il suo ruolo nella diffusione dei film di qualità italiani ed europei. Cesare deve morire [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Paolo e Vittorio Taviani
scheda film
]
dei fratelli Taviani, ad esempio, ha registrato sugli Schermi di qualità l'82,4% degli incassi totali, così come Sette opere di misericordia [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e Almanya [+leggi anche:
trailer
intervista: Yasemin Samderely
scheda film
]
hanno registrato rispettivamente l'80,2% e l'80,8% del proprio incasso in queste sale. Importante da sottolineare anche l'attenzione alle opere prime: il 25% degli incassi delle 36 opere prime e seconde finanziate dallo Stato sono stati ottenuti grazie a SdQ. Opere come Scialla [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Corpo celeste [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alice Rohrwacher
scheda film
]
e Io sono Li [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Andrea Segre
intervista: Andrea Segre
scheda film
]
hanno fatto più del 50% nelle sale aderenti al progetto.

In questa settima edizione, Schermi di Qualità ha assegnato il suo premio a Salvatore Mereu, autore di Bellas Mariposas [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, presentato in Orizzonti all'ultima Mostra di Venezia: un riconoscimento per incentivare la circuitazione in sala delle pellicole meritevoli che faticano a trovare distribuzione. “Per far vedere il mio film”, ha detto Mereu, “ho cercato di far leva sul suo limite, la forte appartenenza geografica, e il 25 ottobre esce in Sardegna in 12 copie”.

Quest'anno, il contributo del MiBAC al progetto Schermi di Qualità è di 3 milioni di euro.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.