email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Italia

43 anteprime mondiali al Torino Film Festival 2012

di 

- Il direttore Gianni Amelio ha presentato il programma della 30ma edizione del festival che si apre con Quartet di Dustin Hoffman: "Torino ha l'anima più riconoscibile tra i festival italiani"

43 anteprime mondiali al Torino Film Festival 2012

223 titoli, di cui 70 lungometraggi opere prime e seconde, 43 anteprime mondiali e 105 tra anteprime internazionali, europee e italiane. Il Torino Film Festival, 30ma edizione, non si piega dinanzi alla concorrenza scatenata dal Festival di Roma e il suo neo direttore Marco Müller, che ha spostato quest'anno le date del festival capitolino (9-17 novembre) pericolosamente a ridosso dell'evento torinese (23 novembre-1 dicembre). Il direttore uscente Gianni Amelio (dall'anno prossimo gli succederà Gabriele Salvatores) è più combattivo che mai: “Qualcuno vorrebbe che facessimo solo opere prime di registi sconosciuti, magari mongoli, ma noi apriamo con la prima di Quartet [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Dustin Hoffman. Torino ha l'anima più riconoscibile tra i festival italiani, è la prima voce che fa partire il passaparola su un film. E i titoli sono quelli che non si trovano il giorno dopo nei cinema”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Tra i sedici film in concorso, tutte opere prime e seconde, ci sono tre italiani: Noi non siamo come James Bond di Mario Balsamo, protagonisti due amici con il mito di 007; Smettere di fumare fumando di Gipi, ironico diario pubblico dall'autore de L'ultimo terrestre [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
; e Su Re di Giovanni Columbu, rielaborazione della passione di Cristo. Dal Regno Unito arrivano The Liability di Craig Viveiros, noir-pulp con Tim Roth, e Shell [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Scott Graham, dalla Germania Breaking Horizon di Pola Beck, dalla Spagna Terrados di Demian Sabini, su un gruppo di disoccupati che osservano il mondo da una terrazza, dal Nord Europa Call Girl [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Mikael Marcimain (Svezia/Irlanda/Norvegia/Finlandia), su due quattordicenni che si prostituiscono per politici e diplomatici, e poi ancora il film ceco-slovacco Made in Ash [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Iveta Grófóva
intervista: Jiří Konečný
scheda film
]
di Iveta Grófova.

Si segnalano in Festa Mobile, sezione dedicata alle novità più significative dell'anno, oltre al citato esordio alla regia di Dustin Hoffman, Anna Karenina [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, versione pop del romanzo di Tolstoi diretta da Joe Wright, Amleto di Felice Cappa con Filippo Timi, Biancaneve [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pablo Berger
scheda film
]
di Pablo Berger, Etoile du jour di Sophie Blondy con Iggy Pop che fa l'angelo custode in moto, i rom di Dimmi che destino avrò di Peter Marcias, e diverse altre produzioni britanniche, tra cui Good Vibrations [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Glenn Leyburn e Lisa Barros D'Sa, sulla nascita dell'etichetta discografica del punk, e Ginger & Rosa [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sally Potter.

Ad arricchire il programma, la sezione Rapporto confidenziale dedicata a ossessioni e possessioni, con film come lo spagnolo Fin [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
di Jorge Torregrossa, il francese Maniac [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Franck Khalfoun, fino a Chained della figlia di David Lynch, Jennifer, e al Natale suburbano popolato di zombie di Christmas with the Dead, prodotto dallo scrittore Joe Lansdale. E poi ancora la nutrita sezione doc e i cortometraggi, l'omaggio al regista portoghese Miguel Gomes e il programma Onde, che quest'anno dedica particolare attenzione proprio al cinema lusitano.

Il Gran Premio Torino, riservato ai cineasti che hanno innovato il linguaggio cinematografico, sarà attribuito a due importanti autori europei: Ken Loach ed Ettore Scola.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy