email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

INDUSTRIA Italia

Anica e MPAA: Internet straordinaria opportunità

di 

- Il presidente dei produttori americani, Christopher J. Dodd, ha incontrato al Festival Internazionale del Film di Roma il presidente dell'ANICA Riccardo Tozzi

Anica e MPAA: Internet straordinaria opportunità

"Internet è uno straordinario strumento per la promozione di film e di ogni altra opera dell'ingegno. Ma è necessaria una governance del web che possa garantire il necessario ciclo d'investimenti". Parole del senatore Christopher J. Dodd, Presidente della Motion Pictures Association of America, l'Associazione dei Produttori Cinematografici statunitensi, che ha aperto un incontro sull'industria audiovisiva che si è svolto durante il Festival Internazionale del Film di Roma.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il senatore Dodd ha messo l'accento sulla necessità che "la promozione del diritto d'autore - e il rispetto dei diritti di proprietà intellettuale - rimangano prioritari per la sostenibilità della creazione e della trasmissione del contenuto intellettuale".

Per il presidente dell'ANICA, Riccardo Tozzi, la rete è "una straordinaria opportunità di sviluppo per la fruizione del cinema. La fase attuale è selvaggia, ma dobbiamo attrezzarci per essere pronti quando la Rete sarà la più grande fonte di circolazione del cinema". Tozzi chiede all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni - Agcom una legge efficace contro la pirateria in Italia. "L'Anica sarà coinvolta in prima persona nell'offerta legale di film in rete e darà un servizio di gran lunga migliore di quello pirata. Stiamo pensando alla possibilità di proporre, a prezzi diversi, anche quei film che in sala arriverebbero male e poco. Una riflessione sulle window sarà inevitabile, ma penso che nel futuro prossimo esercizio e distribuzione saranno sempre più vicine all'essere una cosa sola. Ogni film avrà un suo piano di marketing e per far questo, la filiera deve avere una vera comunanza d'interesse".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy