email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Francia

Les Arcs forza 4

di 

- Programmazione splendida e finestra professionale molto densa per il 4° Festival del Cinema Europeo di Les Arcs al via da domani

Les Arcs forza 4

Divenuto in poco tempo un appuntamento molto apprezzato dai professionisti del Vecchio Continente, il Festival del Cinema Europeo di Les Arcs lancerà domani la sua quarta edizione. Il direttore artistico Frédéric Boyer ha composto una selezione di grande qualità, rappresentativa della diversità europea, con 12 film in lizza per una Freccia di Cristallo che sarà assegnata da una giuria presieduta dal rumeno Christian Mungiu.

Saranno presenti la Spagna con Biancaneve [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pablo Berger
scheda film
]
di Pablo Berger, l’Italia con il premiato a Venezia E’ stato il figlio di Daniele Ciprì, la Grecia con Boy Eating the Bird’s Food di Ektoras Lygizos, il Belgio con La cinquième saison del duo Jessica Woodworth - Peter Brosens e Kinshasa Kids di Marc-Henri Wajnberg, e la Serbia con When Days Breaks de Goran Paskaljevic, ma anche la Danimarca con A Hijacking [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tobias Lindholm
scheda film
]
di Tobias Lindholm e l’Islanda con The Deep [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Baltasar Kormakur. Il cartellone è completato dal Regno Unito con The Comedian [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Tom Shkolnik, la Germania con Our Little Différences [+leggi anche:
trailer
intervista: Sylvie Michel
scheda film
]
di Sylvie Michel (intervista video), l’Irlanda con What Richard Did di Lenny Abrahamson e la Russia con Orda di Andrey Proshkin.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il Festival proporrà un Panorama europeo di sei titoli inediti in Francia: Teddy Bear del danese Mads Matthiesen, The Holy Trinity del ceco Jan Hrebejk, Grupo 7 dello spagnolo Alberto Rodriguez, Lost in Siberia del tedesco Ralph Huettner, Into the White [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del norvegese Peter Naess e la produzione austriaca Noseland di Aleksey Igudesman.

Si segnala inoltre nel ricco programma un Focus sul Belgio e una sezione di nove anteprime: Le festin de Babette del danese Gabriel Axel, Dead Man Talking del belga Patrick Ridremont, il film britannico I, Anna [+leggi anche:
trailer
intervista: Barnaby Southcombe
intervista: Charlotte Rampling
scheda film
]
di Barnaby Southcombe, il premiato a Berlino Just the Wind [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bence Fliegauf
scheda film
]
dell’ungherese Bence Fliegauf, la coproduzione anglo-irlandese Shadow Dancer di James Marsh e quattro film francesi: Mariage à Mendoza di Edouard Deluc, Ouf di Yann Coridian, Renoir di Gilles Bourdos e Tu honoreras ta mère et ta mère di Brigitte Roüan.

La finestra professionale della manifestazione sarà ben nutrita con i 26 progetti del Villaggio delle Coproduzioni (news), i 12 film le cui prime immagini saranno svelate al Work in Progress, le giornate DIRE (Distributori Indipendenti Riuniti Europei) dal 19 al 22 dicembre con 13 titoli in anteprima e la presentazione delle line-up 2013 a oltre 200 professionisti (in particolare esercenti) e ancora diverse conferenze in partnership con il Programma Media, Europa Distribution e il Club dei Produttori Europei.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy