email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

DISTRIBUZIONE Croazia

The Priest's Children miglior weekend di uscita locale di sempre

di 

- Il film è uscito il 3 gennaio e ha ottenuto 33.759 spettatori con un incasso di 144.565 euro

The Priest's Children miglior weekend di uscita locale di sempre

Il nuovo film di Vinko Brešan, The Priest’s Children, uscito il 3 gennaio, ha segnato il miglior weekend di uscita dall’indipendenza della Croazia con 33.759 spettatori e un incasso di 144.737 euro.

Il quinto film del croato Vinko Brešan, The Priest’s Children, è uscito il 3 gennaio e ha portato nelle sale 33.759 spettatori, con un incasso di 144.565 euro, segnando il miglior weekend di uscita di un titolo locale dall’indipendenza della Croazia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La commedia su un giovane prete cattolico che si reca su una piccolo isola e inizia a fare buchi nei profilattici per aumentare le nascite è co-prodotta da Interfilm e la serba Zillion Film, ed è uscita per Continental Film in 17 copie.

The Priest’s Children ha infranto un altro recente record stabilito da un’altra produzione Interfilm, Sonja and the Bull [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Vlatka Vorkapić, uscito il 29 novembre con 9.949 spettatori e 39.920 euro e miglior uscita locale dal secondo film di Brešan, Marshal Tito’s Spirit del 2000. Nel frattempo, Sonja and the Bull è il quarto bestseller locale con 69.718 biglietti.

Marshal Tito’s Spirit è il terzo maggiore incasso di sempre con oltre 100.000 spettatori, mentre l’opera prima di Brešan, How the War Started on My Island (1997) è il maggiore hit locale in assoluto con 337.000 biglietti. What Is a Man Without a Moustache, diretto dall’attuale DG del Croatian Audiovisual Centre, Hrvoje Hribar, è secondo con 152.000 spettatori nel 2005.

È piuttosto raro che un film croato venda in patria un numero di biglietti simile a quello dei film hollywoodiani (Lo Hobbit è uscito con 52.000 biglietti): il lungometraggio è stato però supportato da una campagna pubblicitaria quasi hollywoodiana e dal fatto che nel paese è attualmente assai accesso il dibattito sull’introduzione dell’educazione sessuale a scuola, duramente osteggiata dalla Chiesa Cattolica.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.