email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Francia

Mangia, dormi, muori trionfa a Premiers Plans

di 

- Il film della svedese Gabriela Pichler vince il Gran Premio e per l’interpretazione femminile. Premio speciale della giuria e Premio del pubblico per Oh Boy

Mangia, dormi, muori trionfa a Premiers Plans

Mangia, dormi, muori [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: China Ahlander
intervista: Gabriela Pichler
intervista: Nermina Lukac
scheda film
]
(recensione), opera prima della svedese Gabriela Pichler (intervista video) ha lasciato il segno alla 25ma edizione del Festival Premiers Plans di Angers aggiudicandosi il Gran Premio della competizione europea e il premio dell’interpretazione femminile (Nermina Lukac), assegnati da una giuria presieduta dalla cineasta francese Noémie Lvovsky. Già vincitore alla Settimana della Critica veneziana, il film sarà lanciato il 10 aprile nelle sale francesi da ASC Distribution.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Doppietta anche per Oh Boy [+leggi anche:
trailer
intervista: Jan Ole Gerster
scheda film
]
del tedesco Jan Ole Gerster, con il Premio speciale della giuria e il Premio del pubblico. Il premio dell’interpretazione maschile è andato a Nader Sarhan, per la sua performance in Alì ha gli occhi azzurri [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Claudio Giovannesi
scheda film
]
dell’italiano Claudio Giovannesi (premio speciale della giuria e miglior opera prima al Festival di Roma 2012 – distribuzione in Francia via Bellissima Films prevista per il 9 ottobre 2013).

Quanto alla competizione di lungometraggi francesi, Il Gran Premio della giuria è stato attribuito a Je ne suis pas mort [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Mehdi Ben Attia (selezionato al Forum della prossima Berlinale – articolo), mentre il Premio del pubblico ha ricompensato Les Lendemains di Bénédicte Pagnot (articolo – in sala ad aprile via UFO Distribution) .

Il Gran Premio dei cortometraggi europei è andato a Everything will be OK del norvegese Jonas Matzow Gulbrandsen e il Premio del pubblico a L’intruso dell’italiano Filippo Meneghetti, mentre la competizione francese è stata vinta da Footing di Damien Gault, con il Premio del pubblico per Avant que de tout perdre di Xavier Legrand. Infine, la sezione Plans Animés è stata dominata dal corto estone Kärbeste Veski di Anu-Laura Tuttelberg e la competizione dei film di scuole europee da Tweesprong del belga Wouter Bouvijn, con il Premio del pubblico per Korsoteoria del finlandese Antti Heikki Pesonen.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy