email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BERLINALE 2013 Forum / Nuova Zelanda / Danimarca / Svezia

Il peso della vita di The Weight of Elephants

di 

- L’esordio del regista neozelandese Daniel Joseph Borgman proposto nelle sezioni Forum e Generation al Festival di Berlino

Il peso della vita di The Weight of Elephants

The Weight of Elephants [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, lungometraggio d’esordio del neozelandese Daniel Joseph Borgman, vincitore del Gran Premio alla Semaine de la Critique a Cannes 2010 con il corto Berik, è stato presentato ieri (9 febbraio) alla Berlinale nelle sezioni Forum e Generation.

Ispirato dal romanzo Of a boy di Sonya Hartnet, il film segue Adrian, 11enne abbandonato dalla madre che vive in campagna con la nonna, severa e anaffettiva, e il problematico ma affettuoso zio pittore Rory. Nel quadro già desolante della solitudine del bambino, Borgman butta continuamente benzina sul fuoco: tre bambini sono scomparsi in città e Adrian ne è terrorizzato e sconvolto; a scuola, è vittima del bullismo dei compagni di classe e l’unico tentativo di conquistare il loro affetto (catturando un coniglietto nel giardino di casa) viene brutalmente deluso; lo stato di disordine mentale dello zio è in costante peggioramento e la sua nuova vicina di casa, Nicole, vive con i fratellini e la madre malata in uno stato di totale abbrutimento.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La cupa disperazione della storia non lascia allo spettatore alcuna via di fuga, in un crescendo di dolore che ricorda a tratti - nella trama e nella fotografia dai glaciali toni pastello e immagini flou - Submarino [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Thomas Vinterberg
scheda film
]
 di Thomas Vinterberg.

Il peso dell’elefante del titolo fa riferimento alla pressione che grava sui protagonisti (bambini e adulti) e più in generale sul film: l’unico momento sereno è quando lo zio fa scoprire al bambino il suono dei bicchieri di cristallo.

Il regista, appassionato di Lars von Trier, si è trasferito in Danimarca con la berlinese Katja Adomeit, che ha prodotto The Weight of Elephants per Zentropa, in co-produzione con Severe Features (Nuova Zelanda) e Zentropa Sweden e Film i Väst (Svezia) e con il supporto del Danish Film Institute. Le vendite internazionali sono curate da NZ Films.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy