email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Spagna

Beatriz Sanchís gira Todos están muertos con Elena Anaya

di 

- Questa commedia drammatica, coprodotta da Spagna, Germania e Messico, è stata finanziata anche dal programma Programma Ibermedia ed Eurimages

Beatriz Sanchís gira Todos están muertos con Elena Anaya

La giovane regista valenziana Beatriz Sanchís ha cominciato lo scorso 11 febbraio le riprese del suo debutto nel lungometraggio, intitolato Todos están muertos. Questa commedia romantica, coprodotta dalla spagnola Avalon P. C. con la tedesca Integral Film e la messicana Animal de Luz, si girerà fino al prossimo 16 marzo.

La storia, ambientata nel 1996 e scritta dalla stessa Sanchís, ha per protagonista Lupe, 35 anni (interpretata da Elena Anaya - foto - musa di alcuni dei cineasti spagnoli più internazionali, come Pedro Almodóvar e Julio Medem), che vive rinchiusa dentro casa in vestaglia e pantofole, dedita esclusivamente alla preparazione di torte. Dipende in tutto da sua madre e il suo rapporto con il figlio adolescente Pancho potrebbe andare meglio. Nessuno sospetterebbe che negli anni '80 era una stella del rock. Sua madre Paquita la sostiene in tutto e quando le comunicano che morirà, l'anziana signora decide di sistemare la sua famiglia per quando non ci sarà più.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Oltre ad Anaya, il cast è composto dalla messicana Angélica Aragón, l'argentino Nahuel Pérez Biscayart e la spagnola Macarena García, vincitrice della Concha d'argento di San Sebastian e candidata al Goya per il suo lavoro in Biancaneve [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pablo Berger
scheda film
]

Todos están muertos ha beneficiato nel 2011 degli aiuti allo sviluppo del Programma Ibermedia per la sua coproduzione con il Messico e nel 2012 degli aiuti di Eurimages per la sua collaborazione con la Germania.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy