email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Francia

Assayas, Ceylan e Ameur-Zaimeche per Arte France Cinéma

di 

- La filiale cinema del canale franco-tedesco sosterrà Sils Maria, Sommeil d’hiver e Histoire de Judas Iscariote

Assayas, Ceylan e Ameur-Zaimeche per Arte France Cinéma

Guidata da Olivier PèreArte France Cinéma ha selezionato tre nuovi progetti che sosterrà in coproduzione e pre-acquisto: Sils Maria (titolo provvisorio) di Olivier Assayas, Sommeil d’hiver del turco Nuri Bilge Ceylan e Histoire de Judas Iscariote di Rabah Ameur-Zaimeche.

Prodotto da Charles Gillibert, Sils Maria di Olivier Assayas (foto) sarà girato l'estate prossima in Germania e Svizzera con protagoniste Juliette Binoche
 (attualmente sugli schermi in Camille Claudel 1915 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bruno Dumont
scheda film
]
 e che ha già lavorato con il regista in L’heure d’été [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) e l'australiana Mia Wasikowska. La sceneggiatura è incentrata su Maria Enders, attrice all'apice della sua carriera internazionale. Vent'anni dopo aver conosciuto il successo interpretando Sigrid, la giovane donna che seduce e porta al suicidio la matura Helena, si ritrova a confrontarsi con la stessa pièce, ma nel ruolo opposto. Accetterà di diventare vittima e affrontare dubbi, domande, incertezze proprie dell'età matura e che aveva sino ad allora evitato? Ricordiamo che Olivier Assayas ha partecipato tre volte alla competizione cannense (nel 2000, 2002 e 2004) e una volta in concorso a Venezia (nel 2012 con Après mai [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

Arte France Cinéma ha anche selezionato Sommeil d’hiver del turco Nuri Bilge Ceylan, che sarà prodotto per parte francese da Memento Films. Il film, le cui riprese sono cominciate a febbraio e termineranno a maggio in Turchia, ha come personaggio principale Aydin, attore ritiratosi dalle scene che gestisce un piccolo hotel in Anatolia centrale insieme alla giovane moglie Nihal, dalla quale si è sentimentalmente allontanato, e sua sorella Necla, che soffre ancora per il suo recente divorzio. In inverno, la neve ricopre la steppa e la noia ravviva i rancori, spingendo Aydin a partire. Una trama che il regista (selezionato quattro volte in concorso a Cannes, Grand Prix con Uzak nel 2003 – premiato anche per l'interpretazione maschile – Premio della regia con Le tre scimmie nel 2008 e Grand Prix nel 2011 con C'era una volta in Anatolia [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) tratterà attraverso la lente di "questa ostinazione vana con cui gli uomini protraggono i loro sforzi senza mai rinunciare, malgrado la solitudine, la tristezza e le svolte tragicomiche che li conducono verso il loro destino".

Il terzo progetto selezionato è Histoire de Judas Iscariote di Rabah Ameur-Zaimeche, che sarà il quinto lungometraggio del regista rivelatosi nel 2002 con Wesh, Wesh, qu’est-ce qui se passe? E passato poi per il Certain Regard cannense (Bled Number One [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 nel 2006), la Quinzaine des réalisateurs (Dernier Maquis [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 nel 2008) e in concorso a Locarno (Les chants de Mandrin [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 nel 2011). La sua prossima opera, che sarà prodotta da Sarrazink e girata in autunno con interprete il cantante Arthur H, si lancerà in un approccio storico moderno del Giudaismo antico e del cristianesimo primitivo che riabiliterà la figura di Giuda, vittima come Gesù dei giochi di potere, della paura e dell'ignoranza. La sceneggiatura: in Giudea, sotto l'occupazione romana, vive una comunità di uomini e donne riunita intorno al rabbino Gesù di Nazareth, che calamita le folle. Quando Gesù caccia i mercanti dal tempio, Giuda Iscariota, discepolo affezionato e intendente, risulta essere il custode delle parole del maestro…

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy