email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Francia

Il cinema spagnolo brilla a Nantes

di 

- La 23ma edizione dell'evento dedicato al cinema spagnolo ha selezionato in concorso i film di Rebollo, Uribe, Trueba, Ferreira Gay e Rodríguez

Il cinema spagnolo brilla a Nantes

Gli amanti passeggeri [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Pedro Almodóvar (recensione) apre domani (giorno della sua uscita nelle sale francesi) fuori concorso e alla presenza di Lola Dueñas, Miguel Ángel Silvestre e Blanca Suárez, il 23mo Festival del Cinema Spagnolo di Nantes. Fino al 9 aprile, la manifestazione proporrà un panorama completo di una produzione paradossalmente vivace (ma i film sono stati girati prima del 2012), mentre il cinema spagnolo sta subendo dall'anno scorso una dura politica di austerità finanziaria.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

In concorso, sei lungometraggi di finzione si disputeranno il premio Jules Verne, in particolare El muerto y ser feliz [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Javier Rebollo (recensione - leggi l’intervista in spagnolo - Goya e titolo di miglior attore a San Sebastian per José Sacristán), Miel de naranjas [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Imanol Uribe (gran premio speciale della giuria al Festival di Montreal e premio del miglior regista e della miglior sceneggiatura a Malaga) e Una pistola en cada mano [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Cesc Gay (intervista - Goya della miglior attrice non protagonista per Candela Peña). Sono in lizza anche El artista y la modelo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 diFernando Trueba (premio del miglior regista a San Sebastian e 13 nomination ai Goya 2013), Els nens salvatges [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Patricia Ferreira (quattro premi l'anno scorso a Malaga) e Unit 7 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alberto Rodríguez (recensione - Goya 2013 del miglior attore non protagonista e della miglior promessa maschile).

La sezione competitiva Opera Prima metterà a confronto il documentario d'animazione 30 ans d’obscurité di Manuel H. Martín, Animals di Marçal Forés (recensione), la docu-fiction Carmina o revienta [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Paco León (intervista), Seis puntos sobre Emma [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Roberto Pérez Toledo e The End [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jorge Torregrossa
scheda film
]
di Jorge Torregrossa.

Fuori concorso saranno presentati La banda Picasso di Fernando Colomo e Hold Up! [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Eduard Cortés, che chiuderà il festival. Si segnalano inoltre le competizioni per documentari e cortometraggi, un panorama che include fra gli altri Insensibles [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Juan Carlos Medina, una selezione Finestra Basca, una "carta bianca" a Costa Gavras che presenterà il documentario Les deux mémoires di Jorge Semprún (1972 - copia restaurata dalla Cineteca francese e la Filmoteca spagnola, in collaborazione con la Filmoteca di Catalogna) e un omaggio al compianto regista José Luis Borau.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy