email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2013 Ungheria

The Notebook sogna la Croisette

di 

- Il film di Janos Szasz tratto da Agota Kristof e l'opera prima A Land of Storms di Ádám Császi sperano di convincere i selezionatori

The Notebook sogna la Croisette

Nuovamente operativa, ma ancora a rilento, l’industria cinematografica ungherese conta pochi candidati alla selezione cannense quest'anno. Kornél Mundruczó sta girando (articolo), Bence Fliegauf è in pre-produzione,The Gambler di Szabolcs Hajdu non sarebbe ancora pronto, mentre Liza, the Fox Fairy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Karoly Ujj Mészáros
scheda film
]
di Károly Ujj Mészáros (articolo) è in post-produzione e non si sa se farà in tempo a candidarsi per un posto sulla Croisette.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Le speranze magiare, quindi, riposeranno principalmente su The Notebook [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Janos Szász
scheda film
]
(news) di Janos Szasz (foto), adattamento del celebre romanzo omonimo di Agota Kristof (scomparsa nel luglio 2011). Nel cast figurano i giovani fratelli gemelli Andras e Lazlo Gyemant, il danese Ulrich Thomsen, gli ungheresi Piroska Molnar e Orsi Toth, e il tedesco Ulrich Mathes. Prodotto da Hunnia Filmstudio (Ungheria), il film è coprodotto da Intuit Pictures (Germania) Amour Fou (Austria) e Dolce Vita Films (Francia), con il sostegno del CNC, della FFA, di MDM, di MBB, del DFFF, di MMKA, del WFF e di Eurimages. Le vendite internazionali sono guidate da Beta Cinema.

Il cinema ungherese ripone le sue speranze anche su A Land of Storms [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Adam Csaszi
scheda film
]
di Ádám Császi. Prodotta da Viktória Petrányi ed Eszter Gyárfás per Proton Cinéma e coprodotta dalla Germania, questa opera prima è interpretata da Andras Sutö, Sebastian Urzendowsky (Pingpong [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Matthias Luthardt
intervista: Sebastian Urzendowsky
scheda film
]
Un amore di gioventù [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mia Hansen-Love
scheda film
]
) e Adam Varga. Firmata da Ivan Szabo, la sceneggiatura (presentata a Tallin) racconta le disavventure di Szabolcs, calciatore ungherese, innamorato di Bernard, suo compagno di squadra in Germania. Quando vengono espulsi entrambi dalla loro squadra, Szabolcs decide di abbandonare il calcio e di rientrare nel suo paese natale, l'Ungheria. Si stabilise in una grande prateria della Puszta, lavora in una fattoria isolata che ha ereditato e incontra Áron, un ragazzo di 16 anni in cerca d'identità in una regione ultra tradizionalista. Ma Bernard arriva dalla Germania e chiede a Szabolcs di ripartire con lui, dove una nuova squadra di calcio li attende…

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy