email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

USCITE Francia

François Cluzet di nuovo sugli schermi in 11.6

di 

- Nuova performance dell'attore nel film di Philippe Godeau che racconta l'appropriazione nel 2009 di 11,6 milioni di euro da parte di un agente di scorta

François Cluzet di nuovo sugli schermi in 11.6

Da Ne le dis à personne [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, che gli valse il César 2007 del miglior attore, François Cluzet è all'apice della sua carriera, passando allegramente da un genere all'altro (Quasi amici [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Piccole bugie tra amici [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Le dernier pour la route [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, A l’origine [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Les liens du sang [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
). Lo si vedrà il prossimo novembre nei panni di un navigatore solitario della Vendée Globe (En solitaire - articolo) e poi in una commedia romantica con Sophie Marceau (Une rencontre, le cui riprese sono cominciate da poco). Ma è nelle vesti dell'agente di scorta Toni Musulin che torna sugli schermi oggi, con la coproduzione franco-belga 11.6 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Philippe Godeau
scheda film
]
(articolo) di Philippe Godeau, lanciata da Wild Bunch Distribution in 392 sale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Toni Musulin, che al momento sta scontando una pena di cinque anni di detenzione, si era appropriato senza violenza di 11,6 milioni di euro (di cui 2,5 non sono mai stati ritrovati) nel 2009. "Non ci tenevo a incontrarlo in carcere, mi sembrava più interessante lasciar andare la mia immaginazione, togliergli la parola, farne un taciturno, cosa che arricchisce il suo profilo enigmatico", spiega François Cluzet per il quale questo furto "è la risposta di un uomo umiliato. E' maltrattato sul lavoro, rischia la vita tutti i giorni per 1700 euro al mese e gli si rivolgono come a un cane. Crede fermamente che i suoi capi possano pagare molto caro i loro errori, è anche la storia di una vendetta. In questo mondo, spesso, la realizzazione di una persona si misura con il denaro. Si è perduto il senso dei valori che non si comprano più".

Sbarcano questo mercoledì nelle sale anche la coproduzione australiano-francese Perfect Mothers [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Anne Fontaine (con Naomi Watts e Robin Wright - Gaumont in 246 cinema) e Amour et turbulences [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Alexandre Castagnetti (articolo - UPI in 376 sale).

La produzione europea non nazionale è ben rappresentata con Kinshasa Kids [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Marc-Henri Wajnberg
scheda film
]
del belga Marc-Henri Wajnberg (presentato ai Venice Days - Diaphana in nove copie), Berberian Sound Studio [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del britannico Peter Strickland (Wild Side - Le Pacte in sei copie), Ill Manors [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del suo connazionale Ben Drew (news - DistriB Films in 18 copie), Men on the bridge [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Asli Özge
scheda film
]
della turca Asli Ozge (intervista - in programmazione in una sala a Parigi) e La venta del paraíso [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dello spagnolo Emilio Ruiz Barrachina (recensione - Floris Films in due sale). Si segnala inoltre la coproduzione canado-francese Inch'Allah [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Anaïs Barbeau - Lavalette (recensione - Happiness Distribution in 52 copie).

Tra i documentari brillano in particolare La maison de la radio di Nicolas Philibert (scoperto alla Berlinale - Les Films du Losange in 75 copie), Free Angela & All Political Prisoners di Shola Lynch (Francia/USA - Jour2Fête in 23 copie), Jaurès di Vincent Dieutre (recensione) e Une jeunesse amoureuse di François Caillat.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.