email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PREMI Belgio

Dead Man Talking vince il Magritte della Miglior opera prima

di 

- L'Accademia André Delvaux ha annunciato ieri sera il Magritte dell'opera prima, assegnato a Patrick Ridremont per Dead Man Talking

Dead Man Talking vince il Magritte della Miglior opera prima

E' nel cuore del Festival di Cannes che l'Accademia ha scelto di rivelare i risultati della grande consultazione pubblica lanciata per assegnare il Magritte dell'opera prima. La stagione 2013 dei Magritte si è quindi chiusa ieri, dopo aver consacrato lo scorso 2 febbraio A perdre la raison [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Joachim Lafosse
scheda film
]
di Joachim Lafosse, presentato con successo proprio sulla Croisette l'anno passato nella sezione Un certain regard. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Dopo una sessione di due mesi e mezzo in cui il pubblico è stato invitato a votare online, durante i quali le 12 opere prime in concorso sono state proiettate nei centri culturali valloni e brussellesi partner dell'associazione La Quadrature du Cercle, le urne hanno emesso il loro verdetto. Gli ultimi tre film in competizione (che avevano raccolto quindi il maggior numero di suffragi) erano Mobile Home [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di François Pirot, Torpedo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Mathieu Donck e Dead Man Talking [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Patrick Ridremont. E' quest'ultimo, assente perché impegnato nelle prove di una nuova pièce a Bruxelles, ad aver riscosso il maggior successo tra i votanti, ed è stata una delle attrici del film (Pauline Burlet, vista la settimana scorsa in concorso a Cannes in The Past [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) a ritirare il premio.

Dead Man Talking [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
era uno dei film più nominati lo scorso febbraio alla cerimonia dei Magritte (8 candidature), ma se ne era ripartito con un magro bottino (il Magritte della miglior scenografia per Alina Santos), avendo i professionisti concentrato i loro voti sui grandi favoriti della serata. Mobile Home aveva ottenuto due premi (quello della miglior musica e quello della promessa femminile), e Torpedo, che aveva una sola nomination per la miglior promessa maschile, se n'era andato a mani vuote.

L’operazione Magritte dell'opera prima corrisponde alla volontà dichiarata dai poteri pubblici e dagli organizzatori dei Magritte di avvicinare il cinema belga al pubblico belga, in particolare permettendo a quest'ultimo di essere protagonista del processo decisionale. Se l'operazione è incoraggiante, e la risposta dei programmatori dei centri culturali positiva, la storia d'amore tra il pubblico belga e il suo cinema è ancora tutta da scrivere.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy