email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

KARLOVY VARY 2013

Velvet Terrorists: divertente e profondo

di 

- Il nuovo docu-fiction di Pavol Pekarčík, Ivan Ostrochovský e Peter Kerekes parla di cambiamenti socio-politici nel mondo e delle azioni dei tre impegnati protagonisti

Velvet Terrorists: divertente e profondo

Velvet Terrorists [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, co-produzione slovacco/ceco/croata, è stato presentato nel Concorso Documentari a Karlovy Vary. Il film è diretto e prodotto da tre registi slovacchi, Pavol Pekarčík, Ivan Ostrochovský e Peter Kerekes, che raccontano tre storiesu tre uomini in tre parti. Il fatto che tutti e tre i registi abbiamo lavorato insieme alle storie spiega la consistenza e l’unità di questo interessante e profondo mix tra fiction e documentario.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I tre protagonisti hanno una cosa in comune: sono in prigione per atti di terrorismo negli anni del comunismo in Cecoslovacchia.

La prima storia è quella di Stano, che voleva far saltare una tribuna VIP la sera prima dei festeggiamenti del 1° maggio, ma era stato scoperto mentre posizionava l’esplosivo e condannato a cinque anni. Nella seconda storia, conosciamo Fero, che ha passato 14 anni in prigione per aver tentato di assassinare il Presidente Gustáv Husák, ma le sue chiamate alla CIA non erano state prese sul serio e la polizia aveva trovato armi nel suo appartamento. Il terrorista più pericoloso arriva per ultimo: Vladimir è stato arrestato quattro volte per aver fatto saltare le bacheche del Partito Comunista.

I filmmaker utilizzano un approccio molto fresco ai personaggi per raccontarne le storie: invece delle interviste, riprendono i protagonisti mentre parlano ad altri del loro passato, mostrando gli aspetti pratici del fare terrorismo. I filmmaker ricreano così gli eventi in diretta con l’aiuto di giochi pirotecnici, oggetti di scena e veicoli.

Velvet Terrorists sembra a un primo sguardo leggero, con il suo approccio umoristico e l’utilizzo enfatico delle musiche, le inquadrature precise ed il divertente montaggio, ma copre in realtà temi importanti come il passato comunista, il presente semi-capitalista e addirittura l’amore.

Velvet Terrorists è co-prodotto dalle slovacche Peter Kerekes s.r.o., Sentimentalfilm e Partizanfilm, la ceca Hypermatket Film e la croata Nukleus film, con la partecipazione di Czech Television e Radio and Television Slovakia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.