email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Danimarca

Carl Mørck lascia dopo il suo quarto caso con Zentropa

di 

- Lo scrittore danese Jussi Adler-Olsen chiude la collaborazione con Zentropa Entertainments, e riduce la serie del Dipartimento Q da dieci a quattro thriller

Carl Mørck lascia dopo il suo quarto caso con Zentropa

Prima dell’uscita domestica (3 ottobre) di The Keeper of Lost Causes [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Eugenio Mira
scheda film
]
di Mikkel Nørgaard, che apre la serie di thriller tratta dai romanzi del danese Jussi Adler-Olsen sul Dipartimento Q per "casi speciali", Adler-Olsen ha annunciato che la sua collaborazione con la casa di produzione danese Zentropa Entertainments si è conclusa.

“Zentropa ha acquisito i diritti dei primi quattro libri ma a loro non intendo venderne altri”, ha spiegato alla stampa locale, aggiungendo che la sua decisione è stata “priva di drammi”. “L’unico dramma in questo caso è quanto scritto dai tabloid”, ha confermato il produttore e AD di Zentropa Peter Aalbæk Jensen, che aveva pianificato un’uscita annuale di film tratti da Adler-Olsen per i prossimi 10 anni.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Adler-Olsen, Nørgaard, lo sceneggiatore Nikolaj Arcel e Aalbæk Jensen non si sono trovati d’accordo sui dettagli da trasferire nella versione cinematografica della prima indagine del detective di polizia Carl Mørck e del suo braccio destro Assad: la sparizione, cinque anni prima, di un politico donna ora presumibilmente morta. La verità è però peggiore di quanto immaginano.

The Keeper of Lost Causes, ovvero La donna in gabbia, è stato premiato lo scorso anno con il Deadly Pleasures' Barry Prize al Miglior Romanzo negli USA, dov’è entrato nella lista di bestseller del New York Times. Il film è stato la prima selezione danese degli ultimi 13 anni di Piazza Grande a Locarno.

Prima dell’anteprima, 32.000 danesi avevano già acquistato i biglietti della produzione di Louise Vesth con Nikolaj Lie Kaas, Fares Fares e Sonja Richter. Nørgaard sta intanto per avviare le riprese del secondo film, The Absent One, con Kaas, Fares, Pilou Asbæk, David Dencik e l’esordiente Danica Curcic.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy