email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

OSCAR 2014 Polonia

Andrzej Wajda candidato con Walesa. Man of Hope

di 

- Il grande regista polacco entra nella corsa alle nomination all'Oscar 2014 del miglior film in lingua straniera

Andrzej Wajda candidato con Walesa. Man of Hope

La decisione del comitato polacco di selezione per gli Oscar, presieduto da Waldemar Krzystek, non ha destato sorpresa. Come previsto, è Walesa. Man of Hope [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Andrzej Wajda (87 anni) ad essere stato selezionato per rappresentare il suo paese nella corsa alle nomination per il prossimo Oscar del miglior film in lingua straniera (che sarà assegnato il 2 marzo prossimo dopo la scrematura a cinque nomination del 16 gennaio). Una scelta che va non solo su un regista già elevato al rango di maestro, ma anche su un film che è uno dei più importanti del suo autore in oltre sessant'anni di carriera.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nel suo nuovo film, presentato fuori concorso alla Mostra di Venezia, Andrzej Wajda fa il ritratto di Lech Walesa, personalità leggendaria del movimento Solidarnosc, all'origine della caduta del regime comunista in Polonia. Questa biografia storica è filmata dal cineasta attraverso emozioni forti e sincere giacché la lotta contro il comunismo ha fatto strettamente parte della storia personale di Wajda, molto vicino agli avvenimenti dell'epoca e che si è presto interessato nelle sue opere ai meccanismi della lotta contro il regime politico, in particolare con L'uomo di marmo nel 1977 e L'uomo di ferro nel 1981. 

Tra gli interpreti brillano Robert Wieckiewicz (nel ruolo di Lech Walesa), Agnieszka Grochowska (miglior attrice al Polish Film Awards 2013 per Shameless e che interpreta Danuta, la moglie di Walesa) e l'italiana Maria Rosaria Omaggio (che impersona la giornalista Oriana Fallaci). La direzione della fotografia è affidata a Pawel Edelman. Prodotto da Akson StudioWalesa. Man of Hope ha beneficiato del sostegno del Polish Film Institute, di Telewizja Polska - Film Agency, Telekomunikacja Polska, Canal+ Poland e Narodowe Centrum Kultury. Le vendite inetrnazionali sono guidate dalla società tedesca Films Boutique.

La corsa alla nomination all’Oscar non è una novità per Andrzej Wajda, già nominato quattro volte con La terra della grande promessa nel 1976, Le signorine di Wilko nel 1980, L'uomo di ferro nel 1982 e Katyń [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Andrzej Wajda
intervista: Michal Kwiecinski
scheda film
]
 nel 2008. Nel 2000, il cineasta è stato anche insignito dall'Academy di un Oscar alla carriera.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy