email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

USCITE Francia

Casse-tête chinois: Cédric Klapisch chiude "la trilogia dei viaggi di Xavier"

di 

- Nelle sale, il terzo capitolo delle avventure dei personaggi di L'appartamento spagnolo. E i film di Garrel, Nadjari, Salle e Yolande Moreau

Casse-tête chinois: Cédric Klapisch chiude "la trilogia dei viaggi di Xavier"

Dopo L'appartamento spagnolo (2,97 milioni di entrate in Francia 2002) e Bambole russe [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 (2,86 milioni nel 2005), Cédric Klapisch ritrova per la terza volta i personaggi di Xavier (Romain Duris), Isabelle (Cécile de France), Wendy (Kelly Reilly) e Martine (Audrey Tautou) in Casse-tête chinois [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, lanciato oggi da StudioCanal in 677 cinema francesi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Feel good movie" ben riuscito e reso dinamico da una buona inventiva formale, il lungometraggio vede i nostri ex studenti di Barcellona a confronto con i propri quarant'anni e il melting pot di New York. "I giovani provenienti dall'Erasmus sono diventati veramente cittadini del mondo", sottolinea il regista (anche produttore del film attraverso la sua società Ce Qui Me Meut). "Questi tre film, che ora chiamo la trilogia dei viaggi di Xavier, raccontano come i giovani di questa generazione abbiano avuto una vita segnata dalla cultura del viaggio, come siano cresciuti in parallelo con la formazione dell'Europa e l'idea della globalizzazione". Un programma concettuale che il cineasta (che firma qui il suo 11mo lungometraggio) declina nel suo stile amichevole e senza pretese che mischia ottimismo e malinconia, tratti di commedia e questioni sociali, libertà narrativa e rispetto delle convenzioni (il finale "classico" in cui tutti i pezzi del puzzle s'incastrano inevitabilmente). Un insieme che è sempre valso a Klapisch l'avversione di certa critica purista, ma che rappresenta un marchio di fabbrica che sta acquistando rilievo col tempo.

Di tutt'altro registro, ma non meno appassionante, esce questo mercoledì La jalousie [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 dell'intransigente Philippe Garrel, scoperto in competizione alla Mostra di Venezia e distribuito da Capricci Films in 42 copie.

In arrivo nelle sale anche quattro film presentati all'ultimo Festival di Cannes. Pathé lancia in 252 cinema l'efficace thriller in lingua inglese Zulu [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
 di Jérôme Salle, che aveva chiuso la selezione ufficiale con Forest Whitaker e Orlando Bloom protagonisti, mentre Pretty Pictures distribuisce in 55 copie la coproduzione messicano-spagnola La jaula de oro [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Diego Quemada-Diez, il cui cast era stato premiato al Certain Regard. Due film scoperti alla Quinzaine des réalisateurs li accompagnano: la coproduzione franco-belga Henri [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Yolande Moreau
scheda film
]
 di Yolande Moreau con l'italiano Pipo Delbono protagonista (Le Pacte in 130 copie) e il lungometraggio franco-israeliano A Strange Course of Events [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Raphaël Nadjari (Shellac in 8 copie).

Si segnalano infine il film britannico Swandown di Andrew Kötting (ED Distribution), il documentario britannico-libanese-danese A World Not Yours di Mahdi Fleifel (Eurozoom) e altre due produzioni francesi: 200% del duo Olivier Bosson - Nicolas Boone (distribuzione pointligneplan) e Harissa mon amour [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Frédéric Dantec (Kanibal Films), senza dimenticare (via Shellac) un cortometraggio del portoghese Miguel Gomes, presentato a Venezia: Redemption.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy