email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

ISTITUZIONI Spagna

Virginia Yagüe nominata presidente di CIMA

di 

- Isabel de Ocampo lascia la presidenza della Asociación de Mujeres Cineastas y de Medios Audiovisuales e passa l'incarico alla vicepresidente

Virginia Yagüe nominata presidente di CIMA
Virginia Yagüe

Anno nuovo, presidente nuova. La Asociación de Mujeres Cineastas y de Medios Audiovisuales (CIMA) ha nominato lo scorso 7 gennaio Virginia Yagüe nuova presidente, dopo le dimissioni di Isabel de Ocampo.

Come stabilito dallo statuto dell'Associazione, le dimissioni della presidente prevedono che l'incarico passi alla prima vicepresidente (Yagüe). Dal canto suo, a partire da ora, la seconda vicepresidente, la regista Juana Macías, succederà a Yagüe nella gerarchia del consiglio d'amministrazione.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Yagüe ha sottolineato tra i suoi obiettivi quello di “rafforzare iniziative che, come CIMA Mentoring, hanno l'obiettivo di stimolare la creazione facendo in modo che i progetti guidati da donne diventino realtà tangibili o che, come la Colección Espejo, diano visibilità alle nostre autrici e professioniste".

Dopo un anno e mezzo alla guida di CIMA, de Ocampo ha deciso di dimettersi dalla presidenza dell'associazione per l'alto impegno richiesto. Nel suo caso, a questo incarico andava aggiunto quello di presidente esecutivo di European Women's Association (EWA). Da ora, la regista e sceneggiatrice rimarrà a capo di quest'ultima, ma dedicherà il resto del suo tempo ai suoi progetti professionali. 

Yagüe, scrittrice, sceneggiatrice e produttrice, ha al suo attivo una lunga carriera in televisione, dove ha firmato sceneggiature come La señora. Il suo lavoro più famoso per il cinema è la sceneggiatura di Els nens salvatges [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, vincitrice del premio del Festival di Malaga per questa categoria. Combinerà l'incarico in CIMA con la vicepresidenza di Diritti d'Autore di Mezzi Audiovisivi (DAMA).

CIMA, fondata nel 2007, riunisce 200 donne professioniste del settore audiovisivo (registe, produttrici, sceneggiatrici, documentariste, montatrici, ecc.) con l'obiettivo di promuovere una presenza equa delle donne nei media.

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.