email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Belgio

Umedia sviluppa le sue attività di produzione

di 

- Il gruppo Umedia ha annunciato un nuovo orientamento strategico che mira a formare uno studio europeo integrato rivolto all'estero

Umedia sviluppa le sue attività di produzione

Creata nel 2004 con il nome di Motion Investment Group, Umedia era originariamente specializzata nella raccolta di fondi Tax Shelter. La società spicca rapidamente il volo e riesce a raccogliere somme considerevoli, spesso investite in coproduzioni di prestigio, tra cui Asterix alle Olimpiadi [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Cloclo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, The Artist
 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michel Hazanavicius
scheda film
]
, e più di recente, Grace di Monaco [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, Tutto sua madre [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e Yves Saint Laurent [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jalil Lespert
scheda film
]
. In meno di dieci anni, la società contribuisce a finanziare oltre 200 film. Nel 2010, MIGROUP diventa Umedia e diversifica le sue attività lanciandosi nella produzione, gli effetti speciali e la distribuzione, e poi nelle vendite internazionali.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Oggi, Umedia annuncia di voler rafforzare la sua attività di produzione delegata. Appoggiandosi ai suoi uffici di Londra, Parigi e Los Angeles, Umedia intende produrre una decina di film all'anno, sia in francese che in inglese. L'obiettivo è chiaro: produrre "film dal forte potenziale commerciale e rivolti all'estero", spiega Adrian Politowski, CEO di Umedia, assicurandone il finanziamento, la produzione e le vendite internazionali.

Una decina di film sono già stati annunciati, tra cui il nuovo film di Olivier Van Hoofstadt (Dikkenek), assente dalle scene da Go Fast [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2008). Sketté (termine argot belga che vuol dire stanco morto ma anche fuori di testa o ubriaco perso) è una commedia corale con Florence Foresti, François Berléand, Philippe Duquesne, Alice Belaidi e Natacha Régnier, che sarà girata a fine estate. Umedia produrrà anche Un mari pour l’hiver, favola romantica di Nicolas Barry, oltre a sette progetti in inglese, tra cui The Correspondence, dramma romantico del regista italiano Giuseppe Tornatore (news), Zafari, film dell'orrore del regista britannico Steve Barker, e Priceless, remake del film di Pierre Salvadori Hors de Prix [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, con Audrey Tautou e Gad Elmaleh. Quest'ultimo sarà diretto da Thomas Bezucha e sarà girato la prossima estate nel sud della Francia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy