email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Germania

Al via la settima edizione del Lichter Film Festival a Francoforte

di 

- Il tema di quest’anno è l’umore. In programma numerose anteprime nazionali e internazionali, conferenze, dibattiti e videoarte

Al via la settima edizione del Lichter Film Festival a Francoforte

Il Lichter Film Festival (25-30 marzo) ha visto la luce nel 2008 su iniziativa di un gruppo di giovani registi, desiderosi di creare un evento unico in cui mostrare al grande pubblico il frutto della creatività regionale e alcune tra le più interessanti produzioni internazionali del momento. Il festival, che ha esordito tra le mura di uno spazio espositivo grazie all’entusiasmo di artisti e cinefili, si è espanso e può ora contare sulla prestigiosa vetrina del museo del cinema di Francoforte, su alcuni multiplex, su vari centri culturali cittadini oltre che su alcune sale delle vicine cittadine di Wiesbaden, Offenbach, Hanau e Dramstadt.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il documentario Praunheim Memories [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
diretto da Rosa Von Praunheim inaugurerà questa sera il concorso internazionale. In anteprima mondiale, Praunheim Memories è un monumento cinematico dedicato alle origini del regista, autore, pittore e attivista dei diritti degli omosessuali, nato in Lettonia e cresciuto prima a Berino est e poi nella Germania dell’ovest, a Francoforte appunto. Il documentario è anche un omaggio alla città e al distretto di Praunheim da cui il regista, nato Holger Mischwitzky, ha preso il nome (mentre Rosa si riferisce al triangolo rosa che gli omosessuali dovevano portare nei campi di concentramento nazisti).

Completano il concorso internazionale Of Horses and Men [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Benedikt Erlingsson
scheda film
]
di Benedikt Erlingsson, Wolfskinder [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rick Ostermann
scheda film
]
di Rick Osterman, A Farewell to Fools [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Bogdan Dreyer, La Tendresse [+leggi anche:
trailer
intervista: Marion Hänsel
scheda film
]
di Marion Hänsel, i documentari Die Gelübde meines Bruders di Stephanie Weimat, Mein Name und Ich di Birgit Lehmann e Ole Weissenberger, Master of the Universe [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Marc Bauder, In the Darkroom [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Nadav Schirman, Lost Coast di M.A. Little e Erhobenen Hauptes del collettivo Film group DocView.

Il programma dedicato al tema di quest’anno, l’umore, presenterà in anteprima nazionale i francesi La fille du 14 juillet [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Antonin Peretjatko e Les Coquilettes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sophie Letourneur, il documentario Swandown [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del britannico Andrew Kötting, la commedia americana Somebody Up There Likes Me di Robert Byington, il film coreano All About My Wife di Min Kyu-Dong e All About the Feathers di Neto Villalobos (Costa Rica). Completano il programma il cinese Vulgaria di Pang Ho-Cheung, i documentari Erntehelfer di Moritz Siebert, People’s Park di Libbie D. Cohn e J. P. Sniadecki, il thriller umoristico giapponese Key of Life di Kenji Uchida (selezionato dal Nippon Connection – Japanese film festival di Francoforte), Death of a Man in the Balkans [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Miroslav Momčilović (selezionato dal festival GoEast di Wiesbaden) e il film di chiusura In A World… di Lake Bell.

Lichter propone inoltre numerosi cortometraggi, clips, dei classici comici realizzati nella ragione Reno-Meno dal 1972 ad oggi ed una selezione di opera di videoarte che si contenderanno il Lichter Art Award.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy