email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FILM Italia

Un Pretore tra dramma e commedia

di 

- Nelle sale il film di Giulio Base tratto da Piero Chiara e interpretato da Francesco Pannofino, Sarah Maestri, Eliana Miglio e Mattia Zaccaro

Un Pretore tra dramma e commedia

Dopo l'anteprima ieri sera alla XII edizione del Busto Arsizio Film Festival (fino al 5 aprile) arriva nelle sale in 50 copie con Mediaplex Il pretore [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, diretto da Giulio Base e interpretato da Francesco Pannofino, Sarah Maestri, Eliana Miglio e Mattia Zaccaro

Tratto dal romanzo del 1973 "Il pretore di Cuvio" di Piero Chiara, il film è stato fortemente voluto dall'attrice Sarah Maestri (coproduttrice con Chichinscì Srl), nativa di Luino come Piero Chiara. "Nell'anno del centenario della sua nascita", spiega Sarah Maestri, "abbiamo riportato il cinema nei luoghi descritti e frequentati da Chiara".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Lo stesso scrittore aveva adattato la trama del romanzo per un'eventuale riduzione cinematografica, che però non riuscì mai a realizzare. "Nelle parole di Prezzolini, Chiara era uno scrittore che camminava in equilibrio tra dramma e commedia", commenta il regista Giulio Base. "Sono rimasto molto fedele al libro nella messinscena, cercando la giusta misura fra commedia di costume e dramma umano".

Protagonisti del film ambientato negli anni 30, in piena epoca fascista, sono Augusto Vanghetta, pretore corrotto e puttaniere di una piccola provincia sul Lago Maggiore, la mogie Evelina e il giovane vice-pretore Mario Landriani. "Una storia attualissima", confermano i giovani produttori Valentina di Giuseppe e Massimiliano Leone. "E soprattutto una notevole sfida produttiva, per un film in costume a cui hanno partecipato 450 comparse. Oggi in Italia è molto più semplice fare una commedia".

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.