email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Romania

Una primavera di festival a Bucarest

di 

- Il premio principale del Bucharest IFF va al Regno Unito, NexT presenta centinaia di corti e Diplomacy apre la terza edizione di Cinepolitica

Una primavera di festival a Bucarest
Diplomacy di Volker Schlöndorff

La 10^ edizione del Bucharest International Film Festival si è conclusa la settimana scorsa con la vittoria del premio principale da parte della produzione britannica The Selfish Giant [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Clio Barnard
intervista: Clio Barnard
scheda film
]
, opera seconda di Clio Barnard. Il Gran Premio della Giuria è andato a Short Term 12 di Destin Cretton, e il Premio al Miglior Regista a Sarah Polley per Stories We Tell. Il direttore della fotografia rumeno Oleg Mutu (4 Mesi, 3 Settimane e 2 Giorni [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Cristian Mungiu
intervista: Oleg Mutu
scheda film
]
) ha vinto il Premio alla Miglior Fotografia per In Bloom [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nana Ekvtimishvili e Simon…
scheda film
]
, produzione georgiana diretta da Nana Ekvtimishvili e Simon Gross.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
series serie

NexT, festival di corti più popolare di Romania, ha aperto il 3 aprile la sua 8^ edizione con After the Night [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Basil da Cunha
scheda film
]
(Svizzera/Portogallo), esordio di Basil da Cunha, che l’anno scorso aveva conquistato il premio più importante dell’evento con The Living Also Cry. In cinque giorni, il festival ha proposto centinaia di corti da tutto il mondo, e diversificato la sua offerta con due eventi dedicati a giovani registi: NexT Short Film Market e The Pitch. Il primo programma presenta nuovi registi e i loro progetti a 20 produttori locali e stranieri, e The Pitch chiede ai filmmaker di fare un pitch sulle loro idee di sceneggiatura e selezionare cinque progetti sulla base dei “mi piace” ottenuti su Facebook. Una giuria di professionisti del cinema sceglie un vincitore.

Ospire d’onore del festival è il regista inglese Peter Webber (La ragazza con l'orecchino di perla [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), che siede in giuria e tiene anche una masterclass per gli studenti della National University of Theatre and Film. Varie sezioni collaterali della NexT sidebars presentano cortometraggi candidati agli Academy Award, agli European Film Awards o selezionati a Cannes.

Domani, Diplomacy [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Volker Schlöndorff aprirà la terza edizione di Cinepolitica, che per sei giorni proietterà i più recenti, controversi e importanti film dedicati alla politica da tutto il mondo. Il festival si chiuderà il 13 aprile con Back to 1942 di Feng Xiaogang, con Adrien Brody e Tim Robbins. Otto produzioni da Egitto, India, Regno Unito, Francia, Brasile, Croazia, Argentina e Ucraina concorreranno per i riconoscimenti principali dell’evento.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy