email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Regno Unito

La quarta edizione di iFeatures torna con tre pellicole

di 

- La selezione comprende il primo film britannico nel linguaggio dei segni

La quarta edizione di iFeatures torna con tre pellicole
Il produttore Jacob Thomas e la scrittrice-regista Eva Riley, il cui progetto Perfect Ten ha avuto il via libera (© iFeatures)

Creative England, insieme con i suoi partner British Film Institute, BBC Films e Creative Skillset, ha rivelato i tre progetti selezionati per la produzione della quarta edizione di iFeatures. Il programma è l'iniziativa per film a basso budget di Creative England, pensata per scoprire, sostenere e sviluppare la prossima generazione di registi britannici.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
sofia_meetings_internal

Perfect Ten della sceneggiatrice/regista Eva Riley e del produttore Jacob Thomas è una storia ambientata a Brighton su una ginnasta adolescente che trova una via di fuga dalle sue insicurezze quando il fratello che non vede da tempo la introduce al mondo del crimine sugli scooter. La Riley ha studiato fotografia e cinema a Edimburgo prima di frequentare la National Film and Television School, dove il suo film di fine studi Patriot è stato in competizione per la Palma d'Oro al miglior cortometraggio a Cannes.

Retreat dello sceneggiatore/regista Ted Evans e dei produttori Alex Usborne (Notes on Blindness [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: James Spinney, Peter Middl…
scheda film
]
) e Michelle Eastwood è un thriller ambientato a Bristol su una giovane donna sorda che decide di lasciare il mondo degli udenti per vivere in un comune per sordi. Retreat sarà il primo film britannico nel linguaggio dei segni. Evans è uno dei principali registi sordi del Regno Unito e ha realizzato un certo numero di programmi televisivi tramite la BBC See Hear e il British Sign Language Broadcasting Trust e ha inoltre diretto e co-scritto il film della cerimonia di apertura delle Paraolimpiadi Look Up.

Make Up [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
della sceneggiatrice/regista Claire Oakley e della produttrice Emily Morgan è un thriller psicosessuale ambientato in Cornovaglia su una giovane donna che è costretta a mettere in discussione la sua sessualità quando un'altra donna la perseguita. La Oakley ha già realizzato una serie di cortometraggi premiati, proiettati a festival come Toronto, Londra ed Edimburgo. È co-fondatrice del collettivo di registe Cinesisters.

Zorana Piggott, produttrice esecutiva di iFeatures, ha dichiarato: "Lo standard dei progetti selezionati da iFeatures quest'anno è stato incredibilmente alto e sono molto orgogliosa di avanzare con Ted Evans e la sua straordinaria visione verso il primo film britannico nel linguaggio dei segni, ed Eva Riley e Claire Oakley, due nuove potenti voci femminili del cinema britannico".

Caroline Norbury, CEO di Creative England, ha affermato: "Garantendo di sviluppare una nuova generazione di voci diverse e bilanciate nel genere nel cinema è una grande priorità per Creative England e iFeatures, quindi siamo felici di avere dato il via libera alla realizzazione di questi progetti eccellenti e siamo onorati di sviluppare il primo film britannico nel linguaggio dei segni. I film sono in buona compagnia dopo il recente successo di Lady Macbeth [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: William Oldroyd
scheda film
]
, The Levelling [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e Spaceship [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
".

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy