email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Spagna

Ultimi giorni di riprese per Bajo la piel de lobo

di 

- Il debutto di Samu Fuentes sarà una sorta di dramma western, girato tra l’Aragona e le Asturie, con Mario Casas, Ruth Díaz e Irene Escolar nel cast

Ultimi giorni di riprese per  Bajo la piel de lobo
Mario Casas in Bajo la piel de lobo

Finalmente il cinema spagnolo esce dalla comfort zone commerciale per scommettere su generi meno comuni e argomenti più profondi. Un buon esempio può essere proprio Bajo la piel de lobo, le cui riprese sono iniziate i primi di marzo a Huesca e termineranno in questi giorni in altre località aragonesi e asturiane. Gli ambienti naturali saranno una presenza essenziale nell'esordio di Samu Fuentes, che ha potuto contare su un trio di protagonisti da capogiro: il rubacuori Mario Casas (la cui ultima comparsa è stata in The bar [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alex de la Iglesia
scheda film
]
), Ruth Díaz (premiata a Venezia per La vendetta di un uomo tranquillo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Raúl Arévalo
scheda film
]
) e Irene Escolar, insignita del Goya per Un otoño sin Berlín [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Completano il cast Josean Bengoetxea (Loreak [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) e Kandido Uranga (Amama – When a Tree Falls [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Asier Altuna
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il film racconta la storia di un cacciatore solitario, ultimo abitante di un villaggio sperduto tra le montagne. Il suo unico contatto con altri esseri umani è in primavera, quando la neve si scioglie e scende a valle per vendere le pelli di animali. L'arrivo di una donna nella sua vita lo porterà a sperimentare nuove sensazioni e a mettere in dubbio il suo atteggiamento da lupo solitario: deve scegliere se scoprire la sua vulnerabilità o abbandonarsi al suo lato selvaggio

Nelle parole del regista (che ha all'attivo documentari come De Picasso, Gades e Africa e Miraflores), Bajo la piel de lobo “sarà un'esperienza sensoriale. I personaggi trasmetteranno gli odori provenienti dal proprio corpo come dopo uno sforzo fisico in un ambiente ostile, la reazione al sangue che sgorga a fiotti da un animale ferito, le sofferenze provocate dalla fame e dalla sete, il tocco di un altro essere umano, la reazione del corpo ai suoi baci e carezze in un ambiente freddo e desolante. I protagonisti vagano negli spazi aperti alla ricerca del senso delle loro vite, fosse anche la mera sussistenza".

Questo promettente esordio è stato finanziato da Nasa Producciones e Orreaga Filmak con la collaborazione del Dipartimento del Turismo di Huesca, del governo regionale di Aragona, del Principato delle Asturie e TVE. Alfa Pictures sarà la società responsabile della distribuzione in Spagna.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy