email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Francia

Beaune incorona The Nile Hilton Incident

di 

- Lo svedese Tarik Saleh si aggiudica il Gran Premio del Festival del film poliziesco. Anche Arevalo, Sorogoyen, Medina e Ruzowitzky nel palmarès

Beaune incorona The Nile Hilton Incident
(sx-dx) I vincitori Raúl Arévalo, Juan Carlos Medina, Stefan Ruzowitzky e Rodrigo Sorogoyen (© Festival internazionale del film poliziesco di Beaune)

Presieduta da Jean-Paul Rappeneau, la giuria della competizione del 9° Festival internazionale del film poliziesco di Beaune ha assegnato il Gran Premio 2017 a The Nile Hilton Incident [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tarik Saleh
scheda film
]
dello svedese Tarik Saleh, che sarà lanciato in Francia il 12 luglio da Memento Films Distribution. Vincitore del Festival di Sundance, il film, la cui sceneggiatura è stata scritta dal regista, comincia al Cairo alcune settimane prima della rivoluzione egiziana del 2011. Una cantante di club viene assassinata in una stanza dell’albergo Nile Hilton. Noredin (Fares Fares, apprezzato fra gli altri nella trilogia A Conspiracy of Faith [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), ispettore di polizia corrotto, è incaricato di indagare sull’omicidio. Poco a poco, realizza che i colpevoli potrebbero essere legati alla cerchia ristretta del Presidente. Decide allora di cambiare campo, schierandosi deliberatamente a favore degli emarginati dal regime… Prodotto dagli svedesi di Atmo con i danesi di Final Cut for Real e i tedeschi di Ostlicht Filmproduktion, The Nile Hilton Incident si è avvalso del talento del direttore della fotografia francese Pierre Aïm.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il Premio della giuria è andato ex-aequo a Cold Hell [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
dell’austriaco Stefan Ruzowitzky e a La vendetta di un uomo tranquillo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Raúl Arévalo
scheda film
]
di Raúl Arévalo (già vincitore di quattro Goya tra cui quello del miglior film, di un premio della miglior attrice della sezione Orizzonti a Venezia e che sarà lanciato nelle sale francesi il 26 aprile da ARP Sélection); il film ha conquistato anche il premio della Critica.

I cineasti spagnoli hanno dato grande prova della loro creatività nel genere poliziesco poiché la giuria Spécial Police (presieduta dall’ex commissaria e ora scrittrice Danielle Thiéry) ha premiato la produzione britannica The Limehouse Golem [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
del franco-spagnolo Juan Carlos Medina, mentre quella della sezione parallela competitiva Sang Neuf (presieduta da Jacques Weber) ha consacrato Que Dios nos perdone [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rodrigo Sorogoyen
scheda film
]
di Rodrigo Sorogoyen (premio della sceneggiatura a San Sebastian e che sarà distribuito in Francia da Le Pacte il 9 agosto).

Il palmarès:

Gran Premio
The Nile Hilton Incident [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tarik Saleh
scheda film
]
- Tarik Saleh
 (Svezia/Danimarca/Germania/Marocco)

Premio della giuria
Cold Hell [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Stefan Ruzowitzky (Germania/Austria)
La vendetta di un uomo tranquillo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Raúl Arévalo
scheda film
]
- Raúl Arévalo (Spagna)

Premio Spécial Police
The Limehouse Golem [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
- Juan Carlos Medina (Regno Unito)

Premio della Critica
La vendetta di un uomo tranquillo - Raúl Arévalo (Spagna)

Premio Sang Neuf
Que Dios nos perdone [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Rodrigo Sorogoyen
scheda film
]
- Rodrigo Sorogoyen (Spagna)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.