email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Italia

Un Biografilm a passo di danza

di 

- Presentato il programma della 13a edizione del festival dedicato ai racconti di vita, documentari e biopic, che si terrà a Bologna dal 9 al 19 giugno

Un Biografilm a passo di danza
La Danseuse di Stéphanie Di Giusto

Nell’anno del trionfo di La La Land, sarà la danza il filo conduttore del prossimo Biografilm Festival, primo evento internazionale interamente dedicato ai racconti di vita (documentari e biopic), la cui 13a edizione si terrà a Bologna dal 9 al 19 giugno. A partire dal film simbolo di quest’anno, La Danseuse [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Stéphanie Di Giusto, che aprirà il festival alla presenza della regista e della straordinaria protagonista Soko, per proseguire poi con Relève - Histoire d’une création [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Thierry Demaizière e Alban Teurlai, sul celebre coreografo de Il cigno nero Benjamin Millepied; L’Opéra [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Jean-Stéphane Bron, ironico dietro le quinte dell’Opéra di Parigi in una delle sue stagioni più complesse; Bobbi Jene [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Elvira Lind, sulla vita dell’omonima ballerina; Move! Dance Your Life, viaggio poetico a passo di danza in giro per il mondo diretto da Fanny Jean-Noël.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
Charlemagne Youth Prize

Il Concorso internazionale schiera dieci anteprime provenienti da tutto il mondo, tra cui il titolo franco-tedesco Nothingwood [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Sonia Kronlund, su Salim Shaheen, uno dei più prolifici registi in Afghanistan, specializzato in action musicarelli; l’olandese To Stay Alive: A Method [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Arno Hagers, Erik Lieshout e Reinier van Brummelen, che racconta l’incontro tra Iggy Pop e Michel Houellebecq; il norvegese Karenina & I [+leggi anche:
trailer
intervista: Tommaso Mottola, Gørild Ma…
scheda film
]
 di Tommaso Mottola con la voce di Liam Neeson; lo svizzero Quand j’étais Cloclo, in cui Stefano Knuchel reinterpreta la propria folle infanzia on the road.

Contemporary Lives, la sezione dedicata a personaggi e temi che hanno maggiormente segnato il nostro presente, propone un alto numero di opere prime, ben cinque, tra cui il titolo olandese Stranger in Paradise [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Guido Hendrikx, esperimento in cui a tre gruppi di giovani migranti si offrono tre immagini diverse dell’Europa; il danese Dream Empire [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di David Borenstein, sulle follie del mercato globale; il tedesco Dream Boat [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Tristan Ferland Milewski, su una crociera per soli omosessuali. Tra gli altri film della sezione, Lindy Lou, jurée numéro 2 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Florent Vassault, sui problemi etici di una giurata che ha votato per la condanna a morte di un uomo, e Winnie [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Pascale Lamche, sulla controversa figura della moglie di Nelson Mandela. 

Non mancano le opere prime neanche in Biografilm Italia, la sezione competitiva dedicata al documentario di produzione nazionale, con quasi tutti titoli in anteprima mondiale. Sono film d’esordio Il principe di Ostia Bronx [+leggi anche:
trailer
intervista: Raffaele Passerini
scheda film
]
 di Raffaele Passerini, su Dario Galetti Magnani, “principe” della spiaggia nudista di Capocotta, vicino Roma; Être et durer [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
 di Serena Mignani, su una madre che analizza la disciplina preferita di suo figlio, il parkour, e riflette sul pericolo; Funeralopolis. A Suburban Portrait di Alessandro Redaelli, ritratto di un microcosmo underground estremo, e Bagnini e bagnanti di Fabio Peleari, sul rapporto dei bagnini con le donne, dagli anni ’60 a oggi. Si segnala, in questa sezione, anche Cinema Grattacielo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Marco Bertozzi, sul grattacielo di Rimini, inaugurato all’inizio del 1960 in pieno boom economico, tra ecomostro e monumento al progresso, oggi abitato da una ventina di nazionalità differenti.

A conferma del suo statuto di “festival del documentario con la miglior selezione di fiction”, come lo definisce il suo direttore Andrea Romeo, la manifestazione propone nella sezione Biografilm Europa, fra gli altri, Après la guerre [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Annarita Zambrano
scheda film
]
 di Annarita Zambrano, che a Bologna avrà la sua seconda proiezione mondiale, subito dopo quella al Festival di Cannes; il titolo bulgaro-greco Glory [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Petar Valchanov
intervista: Petar Valchanov, Kristina …
scheda film
]
 di Kristina Grozeva e Petar Valchanov; il film polacco-britannico All These Sleepless Nights [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Michal Marczak, miglior regia al Sundance Film Festival; Tom of Finland [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Dome Karukoski
scheda film
]
 di Dome Karukoski, sull’appassionante vita di questo illustratore e disegnatore di immagini omoerotiche, vera e propria icona dell’arte gay; L’Odyssée [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Jérôme Salle, su Jacques Cousteau. Tra le proposte di Biografilm Art e Biografilm Music, si segnalano infine l’attesa anteprima italiana di Manifesto [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, film diretto dall’artista e regista Julian Rosefeldt in cui Cate Blanchett interpreta 13 ruoli diversi, e Shot! The Psycho-Spiritual Mantra of Rock di Barnaby Clay, che celebra il fotografo delle star della musica, Mick Rock.

Gli omaggi di quest’anno sono dedicati al regista Peter Greenaway e all’attrice Piera Degli Esposti, ai quali sarà conferito il Celebration of Lives Award, e poi ancora al maestro del documentario Angus Mcqueen, all’attrice-regista Sabina Guzzanti e al duo artistico formato da Michele Mellara e Alessandro Rossi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.