email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Ungheria

Riprese a luglio per Open di Orsi Nagypal

di 

- Come primo lungometraggio, la cineasta sceglie una dramedy sulla coppia e la sessualità. Una produzione Megafilm

Riprese a luglio per Open di Orsi Nagypal
La regista Orsi Nagypal

Il 17 luglio, iniziano a Budapest le riprese del primo lungometraggio di Orsi Nagypal: Open [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Formatasi alla London Film School, si è fatta notare per corti come Cold Shower (in competizione a Clermont-Ferrand nel 2011) e Roundabout (vincitore a Sarajevo nel 2012); selezionata per i  Berlinale Talents e passata attraverso la regia di diverse serie TV (in particolare, la versione ungherese di In Treatment della HBO), la cineasta si prova in una dramedy sulla sessualità e l’impossibilità della monogamia, sulle sue alternative e sull’impasse a cui anche queste conducono. Nel cast figurano Csilla Radnai, Lehel Kovács (attualmente nelle sale con Kincsem [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e vista anche in Liza, the Fox-Fairy [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Karoly Ujj Mészáros
scheda film
]
), Adél Jordán (Heavenly Shift [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Whatever Happened to Timi), András Ötvös (#Sohavégetnemérös) e Bori Péterfy.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta dalla regista stessa, la sceneggiatura è incentrata su una coppia di poco più che trentenni che si amano, ma la cui vita sessuale è in declino, e che pertanto decidono di salvare la loro storia diventando una coppia aperta. Sperano, in questo modo, di sfuggire a tutti gli inganni e i tradimenti in cui sembrano cadere tutti quelli che li circondano. Ma ben presto questa scelta si rivela molto più difficile e dolorosa di quanto non avessero immaginato, non essendo preparati alle conseguenze fisiche ed emotive a cui si espongono. L’intenzione del film è quella di indagare le sfide che si pongono alle relazioni del XXI secolo dal punto di vista della sessualità, in una prospettiva dichiaratamente femminile e trattando la questione dei ruoli assegnati ai generi e delle false aspettative, con humor e onestà.

La pellicola è prodotta da Gábor Kálomista e Dorottya Helmeczy per Megafilm (che gestirà anche la distribuzione nelle sale ungheresi e si dividerà le vendite internazionali con l’Hungarian National Film Fund). Le 32 giornate di riprese (che si svolgeranno tutte a Budapest, con Máté Herbai alla direzione della fotografia) si concluderanno il 31 agosto.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy