email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL Italia

Lake Como FF apre con Sicilian Ghost Story

di 

- La rassegna dedicata al connubio tra cinema e paesaggio si svolge quest'anno in due parti in località differenti. In concorso sette titoli internazionali

Lake Como FF apre con Sicilian Ghost Story
Sicilian Ghost Story di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza

La quinta edizione del Lake Como Film Festival si è aperto ieri domenica 25 giugno con la proiezione di Sicilian Ghost Story [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza, film vincitore del Nastro d’Argento per la fotografia e la sceneggiatura, dopo aver aperto la Semaine de la Critique di Cannes 2017. Dedicato come sempre al connubio tra cinema e paesaggio, il Lake Como Film Festivalamplia e sottolinea con questa edizione la sua vocazione itinerantesperimentando e proponendo un percorso dove gli elementi urbani e naturali si alterneranno fuori e dentro lo schermo: documentari, fiction, video di ricerca e cortometraggi - tutti accomunati dalle ambientazioni paesaggistiche, ma anche approfondimenti, eventi speciali e incontri con gli autori.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La prima parte del Festival (25 giugno - 6 luglio) si svolge negli spazi dell'ex Monastero di Sant'Abbondiodove sarà presentato Longscapes(25 giugno - 2 luglio), concorso internazionale dedicato a lungometraggi che mostrano uno stretto legame tra cinema e paesaggio. 7 titoli, non ancora distribuiti in Italia e provenienti dai più prestigiosi festival internazionali, che concorrono al Premio Longscapes. Si parte con Two Lovers and a Beardi Kim Nguyen (Canada) per continuare con Burning Birds [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Sanjeewa Pushpakumara (Sri Lanka/Francia), Gulîstan, Land of Roses [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
della regista di origini curde Zaynê Akyol (Canada/Germania), Mimosas [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Oliver Laxe
scheda film
]
di Oliver Laxe (Spagna/Francia/Marocco/Qatar), Spoor [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Agnieszka Holland
intervista: Zofia Wichlacz
scheda film
]
di Agnieszka Holland (Polonia/Germania/Repubblica Ceca/Svezia/Slovacchia), Bokeh di Geoffrey Orthwein e Andrew Sullivan (Stati Uniti), The Eremites [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Ronny Trocker (Germania/Austria).

La sezione Notti di viaggio in città(30 giugno - 1 e 15 luglio), è invece ospitata in Piazza Grimoldie propone L’Odyssée [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Jérôme Salle, film biografico sul grande documentarista Jacques Cousteau e sulla sua personalissima odissea; il documentario Before the Flood di Fisher Stevens, sull'emergenza climatica del pianeta, prodotto da Leonardo Di Caprio e Aspettando il Re [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Tom Tykwer, adattamento cinematografico del romanzo di Dave Eggers Ologramma per il re, con protagonista Tom Hanks.

Dal 10 al 16 luglio la seconda parte di Lake Como Film Festival propone Lungo la riva, approfondimento dedicato al rapporto tra uomo e paesaggio attraverso differenti linguaggi, stili, modalità: tra gli altri, si vedranno La canzone del mare [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tomm Moore
scheda film
]
di Tomm Moore (Irlanda/Danimarca/Belgio/Francia) e The Mill and the Cross [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Lech Majewski
scheda film
]
di Lech Majewski (Svezia/Polonia).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy