email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Belgio / Paesi Bassi

Lukas Dhont dirige il suo primo lungometraggio, Girl

di 

- Il promettente giovane regista fiammingo, apprezzato per il suo pluripremiato corto L’Infini e per i suoi videoclip, si lancia nell’avventura del lungometraggio

Lukas Dhont dirige il suo primo lungometraggio, Girl
Il regista Lukas Dhont

Girl [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Lukas Dhont
scheda film
]
è il primo lungometraggio di Lukas Dhont, da cui ci si aspetta molto, dopo il suo bellissimo film di fine studi, L’Infini, e i suoi apprezzati videoclip, in particolare Strange Entity per il gruppo Oscar and the Wolf. Il film racconta la storia di una ragazza pronta a tutto per realizzare il suo sogno, quello di diventare un’étoile della danza. Solo che Lara ha 15 anni ed è nata con il corpo di un ragazzo. Con suo padre, si batterà per ritrovare la sua vera identità e reliazzare il suo sogno, costi quel che costi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

A incarnare Lara è l’emergente Victor Polster, mentre suo padre è interpretato dall’attore belga Arieh Worthalter, visto in Bastille Day [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Le Passé devant nous [+leggi anche:
trailer
intervista: Nathalie Teirlinck
scheda film
]
, Eternité [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, e premiato per il suo ruolo nella serie Transferts. Le coreografie, al centro del progetto artistico, sono affidate al brillante coreografo belga Sidi Larbi Cherkaoui. La fotografia è di Frank van den Eeden, cui si deve recentemente la fotografia di Home [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Fien Troch
scheda film
]
di Fien Troch, e di Le Passé devant nous di Natalie Terlinck.

Lukas Dhont è molto giovane (è nato nel 1991) e molto promettente. Ha partecipato con la sua sceneggiatura alla Cinéfondation di Cannes, agli Ateliers Premiers Plans ad Angers e agli Ateliers Sources 2.

Girl è prodotto da Dirk Impens per Menuet (la società di produzione dei film di Felix Van Groeningen) e coprodotto nei Paesi Bassi da Topkapi (All of a Sudden [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Asli Özge
scheda film
]
, Belgica [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Artemio Benki, Sylvie Leray
intervista: Felix Van Groeningen
scheda film
]
, Layla M. [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, King of the Belgians [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jessica Woodworth, Peter B…
scheda film
]
) e in Vallonia da Frakas Productions (Grave [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Julia Ducournau
scheda film
]
, Riparare i viventi [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Katell Quillévéré
scheda film
]
, Je suis à toi [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: David Lambert
scheda film
]
), con il sostegno del Vlaams Audiovisuel Fonds, del Centre du Cinéma de la Fédération Wallonie-Bruxelles e del Netherlands Film Fund. Le riprese, cominciate il 9 agosto, termineranno a fine settembre, per un'uscita prevista nel primo semestre 2018.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.