email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

MERCATO Francia

I venditori francesi contano 12 candidati al Leone d'Oro

di 

- Le compagnie francesi tratteranno per 40 film selezionati a Venezia, dove saranno presentate 15 produzioni maggioritarie e 14 minoritarie

I venditori francesi contano 12 candidati al Leone d'Oro
Mektoub My Love: Canto Uno di Abdellatif Kechiche

La 74a Mostra del Cinema di Venezia, dovrebbe rivelarsi molto fruttuosa per i venditori francesi e per la diffusione mondiale dei film, perché 12 dei 21 titoli in lizza per il Leone d'Oro 2017 sono venduti proprio da società francesi. Ad esempio, Wild Bunch tratterà per Jian Nian Hua della cinese Vivian Qu (coprodotto dalla società parigina Mandrake Films) e per The Third Murder del giapponese Hirokazu Kore-Eda, Memento Films International punterà su Sweet Country dell'australiano Warwick Thornton e Pathé International sul molto atteso Mektoub My Love: Canto Uno [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Abdellatif Kechiche (prodotto dal regista stesso attraverso la Quat'sous Films, insieme a Italia e Tunisia).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

MK2 è in corsa con La villa [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Robert Guédiguian
scheda film
]
del francese Robert Guédiguian, Indie Sales con la coproduzione franco-libanese The Insult [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ziad Doueiri
scheda film
]
di Ziad Doueiri, Doc & Film International con il documentario Ex Libris - The New York Public Library dell'americano Frederick Wiseman, e Celluloid Dreams con due candidati: Jusqu'à la garde [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Xavier Legrand
scheda film
]
del francese Xavier Legrand e Lean on Pete [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell'inglese Andrew Haigh (vendite condivise con The Bureau Sales). Infine, anche tre titoli italiani sono venduti da società francesi, come TF1 Studio, che nella sua line-up conta la coproduzione francese Hannah [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Andrea Pallaoro, e Bac Films che proverà con due lungometraggi: The Leisure Seeker [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Paolo Virzì
scheda film
]
di Paolo Virzi e Una famiglia [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Matilda De Angelis
intervista: Sebastiano Riso
scheda film
]
di Sebastiano Riso (coprodotto con Bac).

Da un altro punto di vista, il concorso di Venezia vede la partecipazione di quattro produzioni maggioritarie francesi e quattro coproduzioni minoritarie (tra cui Foxtrot [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Samuel Maoz
scheda film
]
dell'israeliano Samuel Maoz, coprodotto dalla società parigina ASAP Films).

I venditori francesi sono saldamente presenti anche nel concorso Orizzonti, a cui partecipano con 11 titoli. Elle Driver, abitualmente legata ai documentari, gestisce le vendite di Caniba [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Verana Paravel e Lucien Castaing-Taylor (produzione francese di Norte e S.E.L), Urban Distribution International di Versets de l'Oubli [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alireza Khatami
scheda film
]
dell'iraniano Alireza Khatami (prodotto in delegato dalla società parigina House on Fire) e Wide House del documentario americano The Rape of Recy Taylor di Nancy Buirski. Da parte sua, la Celluloid Dreams vende il film d'apertura Nico, 1988 [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Susanna Nicchiarelli
scheda film
]
dell'italiana Susanna Nicchiarelli, mentre la Bac Films scommette sulla coproduzione di Francia, Belgio e Qatar, Les Bienheureux [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, di Sofia Djama, e Noori Pictures sul film iraniano Bedoune Tarikh, Bedoune Emza di Vahid Jalilvand. Da segnalare anche Marvin [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
della francese Anne Fontaine (venduto da TF1 Studio), la coproduzione franco-belga Espèces menacées [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del connazionale Gilles Bourdos (nella line-up di Wild Bunch) e la produzione in delegato francese La nuit où j'ai nagé [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Damien Manivel, Kohei Igar…
scheda film
]
del duo Damien Manivel - Kohei Igarashi (venduta da Shellac, che si lancia nel mercato internazionale).

Dal punto di vista della produzione, Orizzonti presenterà sei produzioni maggioritarie francesi e due minoritarie: Brutti e cattivi [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell'italiano Cosimo Gomez (coprodotto da Mille et Une Productions e da Tchin Tchin Production) e Invisible [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
dell'argentino Pablo Giorgelli (coprodotto da Good Fortune Films e da Urban Factory).

Fuori concorso, Gaumont vende La mélodie [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
del francese Rachid Hami (leggi l'articolo), Wild Bunch tratterà per Le fidèle [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michael Roskam
scheda film
]
del belga Michael R. Roskam (coprodotto dalla Francia attraverso Stone Angels, Pathé e Wild Bunch stessa), Doc & Film International per il documentario americano-giapponese Ryuichi Sakamoto: Coda di Stephen Nomura Schible, mentre Celluloid Dreams conta su due film: Emma [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell'italiano Silvio Soldini e Outrage Coda del giapponese Takeshi Kitano che segnerà la chiusura del festival. Da notare, infine, che Zama [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Lucrecia Martel
scheda film
]
, dell'argentina Lucrecia Martel, è stato coprodotto dalla società parigina MPM Film.

Le Pacte prenderà parte a Venezia con Manuel [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
dell'italiano Dario Albertini, che sarà proiettato all'interno del programma Cinema nel Giardino, dove sarà presentata anche la coproduzione francese Tueurs [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: François Troukens
scheda film
]
del duo belga Jean-François Hensgens - François Troukens (venduto da TF1 Studio) e Controfigura [+leggi anche:
trailer
intervista: Rä di Martino
scheda film
]
dell'italiano Rä de Martino (coprodotto dalla società lionese Haut Les Mains).

Infine, sempre in selezione ufficiale, una proiezione speciale sarà dedicata a L'ordine delle cose dell'italiano Andrea Segre, coprodotto dalla Francia con Mact Productions e Sophie Dulac Productions, e venduto dalla società franco-belga Be For Films.

Sul Lido, i venditori francesi si sfideranno anche per dieci lungometraggi delle sezioni parallele. Stray Dogs vende invece il film inglese Pin Cushion [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Deborah Haywood (in apertura alla Settimana della Critica) e conta nella sua line-up anche la coproduzione americana e francese Thirst Street [+leggi anche:
trailer
intervista: Nathan Silver
scheda film
]
di Nathan Silver, che sarà presentata in un evento speciale alle Giornate degli Autori. La Films Distribution tratta per Eye On Juliet del canadese Kim Nguyen, in lizza alle Giornate degli autori, dove il venditore parigino si farà notare anche per 120 battements par minute [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Arnaud Valois
intervista: Robin Campillo
scheda film
]
di Robin Campillo, Grand Prix a Cannes (già venduto in tutto il mondo), che sarà proiettato nel programma Prix LUX. Nella stessa sezione, MK2 venderà M [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Sara Forestier
scheda film
]
della francese Sara Forestier, Doc & Film International la coproduzione franco-marocchina Volubilis [+leggi anche:
trailer
intervista: Faouzi Bensaïdi
scheda film
]
di Faouzi Bensaïdi e UDI - Urban Distribution International Samui Song [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pen-ek Ratanaruang
scheda film
]
del tailandese Pen-ek Ratanaruang. Alla Settimana della Critica, Ecce Films vende la sua produzione Les garçons sauvages [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Bertrand Mandico
scheda film
]
del francese Bertrand Mandico e Alpha Violet gioca due suoi assi: Il cratere [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Silvia Luzi, Luca Bellino
scheda film
]
del duo italiano Silvia Luzi - Luca Bellino e la coproduzione francese Temporada de caza [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Natalia Garagiola
scheda film
]
dell'argentina Natalia Garagiola. In tutto, le due sezioni parallele contano quattro produzioni maggioritarie francesi e tre minoritarie (tra cui Il risoluto [+leggi anche:
trailer
intervista: Giovanni Donfrancesco
scheda film
]
dell'italiano Giovanni Donfrancesco, coprodotto da Les Films du Poisson, proiettato in un evento speciale durante le Giornate degli Autori).

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.