email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

VARSAVIA 2017 Concorso

The Anniversary: una tipologia della società rumena

di 

- Il family drama di Dan Chişu, in proiezione a Varsavia, esamina il rapporto ambiguo dei rumeni con il proprio passato

The Anniversary: una tipologia della società rumena

Un ampio appartamento nel centro di Bucarest e una grande famiglia riunita per festeggiare i 94 anni di un capofamiglia ormai molto debilitato: tutto può succedere nell'intricatissimo family drama di Dan ChişuThe Anniversary [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, in corsa al Concorso internazionale del Warsaw International Film Festival (13-22 ottobre). Quello che emerge da queste frizzanti relazioni e dalle spumeggianti reazioni è il fatto che la società rumena ha ancora difficoltà (ed è lontana dal liberarsene) ad affrancarsi, combattere o almeno dimenticare il suo passato comunista, e morte e vecchiaia sono potenti a alleati in questa lotta.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La sceneggiatura di Chişu imposta subito il tono di questo dramma a porte chiuse: diverse persone si danno da fare per pulire ed abbellire questa spaziosa abitazione un po' antiquata, e una grande tavola è imbandita in vista di una festa di famiglia. Presto scopriamo che il festeggiato è il capofamiglia Radu Maligan (lo scomparso Mircea Albulescu), che sta per compiere 94 anni, e diverse generazioni di questa scompigliata famiglia si sono raccolte intorno a lui per festeggiarlo con un pranzo in suo onore. Ma i Maligans non sono una famiglia felice: battibecchi e commenti al vetriolo rendono l'aria pesante. E le cose non migliorano quando cominciano ad arrivare gli altri ospiti, ex colleghi del festeggiato, accaniti come uno sciame di api pronte a pungere.

Non si può scrivere una recensione di The Anniversary senza accennare al convitato di pietra: il film sembra un po' una versione meno ambiziosa e più goffa del superbo Sieranevada [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Cristi Puiu
scheda film
]
di Cristi Puiu. Ma se Puiu eccelleva nell'esplorare la complessità dei legami familiari, Chişu sembra più interessato a rappresentare una tipologia umana che non risparmia commenti su tutta una serie di tematiche relative alla società rumena contemporanea e sul suo rapporto con un passato amaro e duro a morire. I personaggi sembrano scelti appositamente per coprire tutta la gamma dei tipi sociali: dal politico corrotto, all'ex agente della sicurezza, passando per l'infaticabile casalinga frustrata e il giovane festaiolo e ambizioso.

Purtroppo le somiglianze non finiscono qui: le cattive condizioni di salute di Maligan e la sua imminente dipartita sono sempre implicitamente presenti, anche se l'uomo è sempre al centro delle conversazioni. Si festeggia un compleanno, ma si potrebbe facilmente scambiarlo per un funerale. Le tematiche della fede e della tossicodipendenza sono altre analogie tra i due film, che sono stati scritti e girati nello stesso periodo.

Nella sua veste migliore, per sensibilità e ambizione, The Anniversary analizza il modo in cui il passato influisce continuamente ed inesorabilmente sul presente, la sua costante presenza, che sia un terrificante scheletro nell'armadio o un impulso inconscio della nostra mente, mai compreso a fondo eppure causa di varie reazioni. Quando rinuncia a questo confronto con il tempo (i personaggi hanno perduto il loro potere, la loro giovinezza, la salute e l'amore) il film si impantana in un terreno comico che non riesce a convincere. La presenza di attori rumeni tra i più apprezzati o famosi può essere d'aiuto agli incassi nazionali, ma The Anniversary si classifica come un film minore in un'industria cinematografica, quella rumena, che sta cercando la sua via per la rinascita.

The Anniversary è stato prodotto dalla Dakino Productions di Chişue, coprodotto da 4 Proof Film e Watch Me Productions, tutte società rumene. Dopo l'anteprima mondiale di giugno al Transilvania International Film Festival e la prima internazionale a Varsavia, il film uscirà nei cinema rumeni il 10 novembre grazie a Dakino.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.