email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

IDFA 2017

Final Cut For Real presenta quattro film all’IDFA

di 

- Quattro documentari della casa di produzione danese verranno proiettati al festival in corso ad Amsterdam

Final Cut For Real presenta quattro film all’IDFA
The Distant Barking of Dogs di Simon Lereng Wilmont

La casa di produzione danese Final Cut For Real presenta quattro film alla 30a edizione del Festival Internazionale del Documentario di Amsterdam (IDFA), iniziato il 15 novembre e che si concluderà domenica prossima. Due di essi sono già noti al grande pubblico: The Act of Killing [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(nella sezione Masters) del regista angloamericano Joshua Oppenheimer e Land of the Free [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
(sezione Best of the Fest) della regista Camilla Magid, un film che si è già assicurato il Premio Nordic Doc.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Gli altri due documentari avranno la loro prima mondiale all’IDFA. The Distant Barking of Dogs [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, film di debutto del regista Simon Lereng Wilmont e prodotto da Monica Hellström, è stato inserito nella Competizione per la Prima Apparizione. Il film racconta la storia di Oleg, un ragazzino che sta crescendo nella parte orientale dell’Ucraina, e ci permette di analizzare in profondità la vita in una regione colpita dalla guerra. Oleg vive con sua nonna e non hanno la possibilità di scappare. Trascorre le giornate con suo cugino Yarik e con un ragazzo più grande di nome Kostia (per il trailer clicca qui).

Il produttore Hellström afferma: “Simon è al contempo regista e direttore della fotografia e fa tutto ciò con grande abilità. Riesce a instaurare un rapporto di fiducia con il giovane protagonista e riesce a far immergere il pubblico nelle varie situazioni che si presentano nel corso del film”. The Distant Barking of Dogs è distribuito da Philppa Kowarsky per Cinephil, con sede a Tel Aviv, che si occupa anche di The Act of Killing di Oppenheimer.

L’altro film alla sua prima mondiale, nella sezione Panorama, è Dreaming Murakami [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, del regista Nitesh Anjaan e prodotto da Signe Byrge Sørensen. Il film si concentra sulla psiche della traduttrice danese Mette Holm, alle prese con il romanzo giapponese Hear The Wind Sing di Haruki Murakami. Fa fatica a trovare, nella sua lingua, le forme e le parole adatte per comunicare ai lettori la visione del mondo di Murakami. La traduttrice inizia un viaggio nel mondo dell’autore, durante il quale incontra la Rana, determinata nel voler combattere il Verme gigante (per il trailer clicca qui).

“Per noi, l’IDFA è una piattaforma molto importante per lanciare i nostri film, che possono così essere conosciuti dal mondo dei documentari. Il pubblico di Amsterdam è molto fedele e curioso, per questo siamo felici di tornare”, afferma entusiasta Sørensen.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese da Michael Traman)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy