email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BERLINALE 2018 Concorso / Berlinale Special

I primi sette titoli selezionati per la competizione berlinese

di 

- Nomi noti come Gus Van Sant, Benoît Jacquot e Małgorzata Szumowska aprono la lista che sarà completata a metà gennaio; in lizza anche Laura Bispuri. Scelti due film della sezione Special Gala

I primi sette titoli selezionati per la competizione berlinese
Eva di Benoît Jacquot

Sono stati annunciati i primi film selezionati in competizione al 68° Festival di Berlino (15-25 febbraio 2018), insieme a due titoli della sezione Special Gala.

Così come il film d’animazione Isle of Dogs [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Wes Anderson, la cui selezione per l’apertura della competizione è stata annunciata all’inizio del mese (news), i sette lungometraggi che vengono a integrare il programma, e che rappresentano la Francia, la Germania, l’Italia, la Polonia, la Svizzera, la Serbia, la Russia e gli Stati Uniti (con il nuovo film di Gus Van Sant), sono opere di nomi noti del cinema mondiale e di Berlino, a partire da Benoît Jacquot, che aveva aperto il festival nel 2012 con Les Adieux à la reine [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Benoît Jacquot
scheda film
]
e di nuovo in concorso nel 2015 con Journal d’une femme de chambre [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, e che ora propone Eva [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Benoît Jacquot
scheda film
]
, storia di un giovane scrittore (Gaspard Ulliel) improvvisamente ossessionato dalla misteriosa donna del titolo, incarnata dall'immancabile Isabelle Huppert.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Anche la polacca Małgorzata Szumowska, in lizza con Mug [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Małgorzata Szumowska
scheda film
]
, è una habituée della Berlinale: dopo un passaggio al Panorama con Elles nel 2012, ha concorso con In the Name Of [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Malgorzata Szumowska
scheda film
]
nel 2013 e ottenuto un Orso d’argento con Body [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Malgorzata Szumowska
intervista: Malgorzata Szumowska
scheda film
]
nel 2015, anno in cui concorreva anche il russo Alexeï Guerman Jr. con Under Electric Clouds [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, che torna in competizione con Dovlatov [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Milan Maric
scheda film
]
.

Sarà sottoposto alla giuria internazionale presieduta da Tom Tykwer anche il nuovo film di Philip Gröning. Il regista, cui si devono opere di finzione come L’Amour, l’argent, l’amour e La moglie del poliziotto [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Philip Gröning
scheda film
]
, ma anche l’apprezzato documentario Il grande silenzio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Philip Groening
scheda film
]
, torna con My Brother's Name Is Robert and He Is an Idiot [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Philip Gröning
scheda film
]
. Thomas Stuber, presente a Berlino nel 2008, nella sezione tedesca, col suo primo lungometraggio Teenage Angst [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, proporrà invece l’attesissimo racconto calcistico In the Aisles [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Franz Rogowski
intervista: Thomas Stuber
scheda film
]
, con l’astro nascente Franz Rogowski, Sandra Hüller e Peter Kurth. Infine, l’italiana Laura Bispuri, in lizza nel 2015 col suo primo lungometraggio, il racconto albanese Vergine giurata [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Laura Bispuri
scheda film
]
, tenterà di conquistare l’Orso con Figlia mia [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Laura Bispuri
scheda film
]
.

Fuori concorso, nella sezione Berlinale Special Gala, i festivalieri potranno scoprire i nuovi film di Isabel Coixet, The Bookshop [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, e del tedesco Lars Kraume (Fritz Bauer, un héros allemand [+leggi anche:
trailer
intervista: Lars Kraume
scheda film
]
), The Silent Revolution [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, con le star tedesche Ronald Zehrfeld, Burghart Klaußner, Florian Lukas, Jördis Triebel e Michael Gwisdek.

Lista dei primi film selezionati in concorso internazionale Festival di Berlino 2018:

Concorso

Isle of Dogs [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Wes Anderson (Stati Uniti/Germania) (film d'apertura)
Eva [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Benoît Jacquot
scheda film
]
Benoît Jacquot (Francia)
Figlia mia [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Laura Bispuri
scheda film
]
- Laura Bispuri (Italia/Germania/Svizzera)
In the Aisles [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Franz Rogowski
intervista: Thomas Stuber
scheda film
]
- Thomas Stuber (Germania) 
My Brother's Name Is Robert and He Is an Idiot [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Philip Gröning
scheda film
]
- Philip Gröning (Germania) 
Mug [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Małgorzata Szumowska
scheda film
]
- Małgorzata Szumowska (Polonia)
Dovlatov [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Milan Maric
scheda film
]
- Aleksei German Jr. (Russia/Polonia/Serbia)
Don't Worry, He Won't Get Far on Foot - Gus Van Sant (Stati Uniti)

Berlinale Special Gala

The Bookshop [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Isabel Coixet (Spagna/Regno Unito/Germania)
The Silent Revolution [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
- Lars Kraume (Germania)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy