email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FINANZIAMENTI Italia

IDM Alto Adige finanzia 14 nuovi progetti

di 

- 9 progetti provengono dall’Italia, 4 dalla Germania e 1 dal Belgio. Tra i selezionati, la commedia drammatica del tedesco Til Schweiger e il nuovo doc di Reinhold Messner

IDM Alto Adige finanzia 14 nuovi progetti
Il regista e attore Til Schweiger

Sono 14 in tutto i progetti che hanno ottenuto un finanziamento da IDM Film Fund & Commission dell'Alto Adige al 1° call del 2018: 9 provengono dall’Italia (di cui 7 fanno capo a produzioni altoatesine), 4 dalla Germania e 1 dal Belgio. Otto si questi progetti ricevono un sostegno da IDM in fase di produzione, gli altri 6 in pre-produzione.

Tra gli otto progetti sostenuti in produzione spicca la nuova commedia drammatica del regista e attore tedesco Til Schweiger, Head Full of Honey [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(titolo provvisorio: Honey in the Head), che entra delicatamente in una famiglia alle prese con un nonno malato di Alzheimer. Tra i partner produttivi, la Barefoot Films di Berlino insieme a Warner Bros. Entertainment. Il film, che potrebbe avere come interpreti Matt Dillon, Nick Nolte e Billy Bob Thornton, ha ricevuto un sostegno di 400.000 euro.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

500.000 euro vanno invece al family diretto da Sven Unterwaldt, Sprite Sisters. Al centro della storia, quattro giovani sorelle dai poteri magici. Producono l’altoatesina Filmvergnügen con Blue Eyes Fiction & Co di Monaco, insieme alla Dor Film di Vienna e alla Story House Productions di Berlino, con partner Walt Disney Germania e ARRI Media International. Sostegno da 850.000 euro, poi, per la quinta stagione di Un passo dal cielo (Lux Vide), sulle vicende del comandante della Forestale Francesco Neri. Nel cast sono previsti Daniele Liotti, Enrico Ianniello, Gianmarco Pozzoli e Rocio Munoz Morales.

Altri 4 titoli di produzione altoatesina ricevono un sostegno in fase di produzione: il dramma storico Cielo nero di Francesco Dal Bosco, che vedrà forse Pier Giorgio Bellocchio tra i protagonisti (produce Albolina Film di Bolzano con FilmWork di Trento; 350.000 euro); Die große Zinne, il nuovo documentario di uno dei più famosi scalatori e alpinisti viventi, Reinhold Messner, che racconta la nascita dell’arrampicata sportiva sulle Alpi (produce Mediaart Production con la Messner Mountain Movie; sostegno di110.000 euro); il documentario Zaubertrank diretto da Andreas Pichler sull'alcol, la droga più potente al mondo (Miramonte Film in co-produzione con la berlinese Eikon Media; 90.000 euro); ed il documentario Becoming Me per la regia di Martine De Biasi, che analizza il percorso che porta una donna a cambiare sesso (Helios Sustainable Films di Bolzano; 80.000 euro). L’ultimo titolo finanziato in produzione è il doc Las hermanas de Rocinante - Rosinantes Schwestern di Alexandra Kaufmann (produzione Evolution Film di Monaco in co-produzione con la svizzera Cinédokké, con partner RSI Radiotelevisione svizzera; 70.000 euro).

I 6 progetti che ricevono un sostegno in fase di pre-produzione sono: la commedia romantica Comic Book Souls di Roberto Gagnor (una produzione Letterbox Filmproduktion di Amburgo; 30.000 euro), con protagonista Carlo, un disegnatore di vasetti di yogurt che sogna di diventare un fumettista; The Opposite of White di Natja Brunckhorst (Zischlermann Filmproduktion di Berlino; 30.000 euro), che racconta la sfida di uno psicoterapeuta specializzato in riabilitazione dalla droga che accompagna cinque pazienti attraverso le Alpi; The Dream of the Shepherd, sceneggiato e diretto da un giovane regista israeliano Ofir Raul Graizer (Giafatto Entertainment di Bolzano; 24.700 euro); Young Power, documentario di Marzia Mete che lancia un esperimento molto curioso: cosa succederebbe in un mondo governato da bambini? (Miramonte Film; 23.000 euro); The Red House - La casa rossa di Francesco Catarinolo e Peter Bardehle (prodotto dalla torinese Tekla in co-produzione con la tedesca Vidicom Media; 18.000 euro), sulla spedizione dell’alpinista Robert Peroni in Groenlandia nel 1985. Infine, l’unico progetto belga, il documentario Nafsi Africa di Nika Saravanja, su Steve che cerca di aiutare i bambini più bisognosi attraverso il teatro (Playtime Films di Bruxelles; 16.000).

Le prossime scadenze per presentare domanda di finanziamento all’IDM sono il 2 maggio e il 19 settembre 2018.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy