email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE Romania / Francia

Anca Damian completa Moon Hotel Kabul

di 

- Il nuovo lungometraggio della regista discute l’idea di verità e uscirà nelle sale nazionali il prossimo autunno

Anca Damian completa Moon Hotel Kabul
Moon Hotel Kabul di Anca Damian

Un anno dopo l’uscita nei cinema nazionali del suo terzo lungometraggio live-action, In Perfect Health [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, la regista rumena Anca Damian sta già completando un altro film, Moon Hotel Kabul [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
. Il film è prodotto dalla società di Damian Aparte Film, in coproduzione con la compagnia francese Cinéma Defacto, rappresentata da Tom Dercourt e Sophie Erbs.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)
LIM Internal

Scritto da Lia Bugnar e Damian, il film segue Ivan Semciuc (Florin Piersic Jr), cinico giornalista d'inchiesta in visita a Kabul per un evento. Alla fine del suo viaggio, ha un’avventura di una notte apparentemente senza significato con Ioana (Ofelia Popii), una traduttrice. Il giorno dopo, di ritorno a Bucarest, Ivan scopre che Ioana è stata trovata morta, con i polsi tagliati. La notizia cambierà il protagonista in modo inaspettato.

Il budget del film ammonta a € 800.000. Il Romanian National Film Center ha sostenuto il progetto con 295.000 euro. Anche il CNC francese ed Eurimages hanno supportato il film con € 50.000 e € 105.000, rispettivamente. Il film è stato girato nel 2016 a Bucarest, nella provincia rumena e in Marocco, "perché era troppo rischioso girare a Kabul in quel momento", ha detto Damian a Cineuropa. Dominique Colin è il direttore della fotografia del film, e altri personaggi importanti sono interpretati da Adrian Titieni, Alexandru Nagy e Rodica Negrea.

Damian dice che aveva iniziato a pensare a una storia sull'idea di verità dopo aver conversato con un giornalista rumeno. "Il suo atteggiamento cinico e quello che mi ha raccontato sul rapporto tra la verità e ciò che leggiamo sui giornali mi ha fatto pensare a un personaggio che ha smesso di credere nell'umanità e nel sacrificio personale. Con il destino di un personaggio apparentemente insignificante a fare da innesco, sincronizza la sua vita con questi due valori: verità e sacrificio... Il mio film esplora due destini, con due scelte diverse riguardo ai valori, che permettono al pubblico di accompagnare il protagonista attraverso il purgatorio personale della sua relazione con la verità e l'amore".

Moon Hotel Kabul uscirà in patria il prossimo autunno.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.