email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

CANNES 2019 Concorso

Recensione: The Whistlers

di 

- CANNES 2019: Nel suo scherzoso nuovo film, Corneliu Porumboiu inizia con "The Passenger" di Iggy Pop, poi corre e corre, fino alle Isole Canarie

Recensione: The Whistlers

A questo punto, francamente non c'è modo di sapere cosa potrebbe riservare in futuro il regista rumeno Corneliu Porumboiu. Se lo avevamo lasciato a discutere dei concetti di "calcio infinito" in un curioso documentario con lo stesso nome, nel suo film in concorso al Festival di Cannes, The Whistlers [+leggi anche:
trailer
intervista: Corneliu Porumboiu
scheda film
]
, volge la sua attenzione a Cristi (Vlad Ivanov, che potrebbe vagamente sembrare un irritato Michael Keaton), un losco poliziotto di Bucarest che cerca di far uscire di prigione un uomo d'affari ancora più losco. A quanto pare, questa ambiziosa missione lo obbliga a: a) andare accidentalmente a letto con una bella donna; e b) recarsi in un'isola delle Canarie nota per il suo linguaggio fischiato segreto, che dovrà poi imparare. Il tutto principalmente per confondere altri poliziotti già sulle sue tracce, ma anche perché sembra essere l'idea migliore che qualcuno abbia mai avuto.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

A differenza di alcuni dei suoi più cupi colleghi della New Wave rumena, Porumboiu non è estraneo al divertimento – in The Treasure [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Corneliu Porumboiu
intervista: Corneliu Porumboiu
scheda film
]
del 2015, aveva messo in scena degli uomini che affidavano il loro futuro a un metal detector. Ma qui, raggiunge veramente dei picchi di commedia, essendo un metodo di comunicazione piuttosto inusuale (e molto reale) noto come Silbo Gomero un concetto davvero esilarante – almeno quando viene insegnato a un totale principiante con un dito in bocca e senza altre indicazioni. Per non parlare del fatto che indubbiamente ispirerà, nei prossimi giorni, altre persone (specialmente quelle che attendono nelle interminabili file del festival) a mettersi alla prova. Per quanto riguarda la storia in sé, beh, è volatile quanto un fischio, ma il film è comunque piacevole da vedere poiché i personaggi – introdotti da cartelli colorati sullo schermo – eseguono la loro personale versione di una "rapina per principianti".

Ma Cristi non è Danny Ocean, e questo è dolorosamente evidente, e ha solo una vaghissima idea di come uscire vivo da tutta questa storia, mentre gli altri si prendono gioco di lui in qualsiasi modo. Tuttavia, è un peccato che nonostante tutta la sua atmosfera frizzante e retrò e il potenziale insito nella combinazione di poliziotti e rapinatori fischianti, l'intera cosa appaia anche un po’ fuori moda, e sempre nei momenti sbagliati, con la camera che praticamente sbava sulle sovraesposte curve di Catrinel Marlon, come se cercasse di ripetere a voce alta l’insolente commento "Non dovresti vestirti così; non dovresti indossare quel corpo" pronunciato in Body Heat.

Quel matido neo-noir non è l'unico film che viene in mente qui, giacché Porumboiu fa più riferimenti che può lanciando ogni tanto qualche indizio, come il fatto che la bella sventola interpretata da Marlon si chiami Gilda, una deliziosa gag alla Psycho e una lunga scena apparentemente orchestrata solo per celebrare il miglior ruolo di sempre di John Wayne. Laddove Ford aveva i suoi Sentieri selvaggi, Porumboiu ora ha i suoi Whistlers, e mentre è improbabile che il suo film un po’ frivolo raggiunga mai una statura simile, il secondo si sarà sicuramente divertito di più.

The Whistlers, scritto da Corneliu Porumboiu, è prodotto dalla rumena 42 Km Film, la francese Les films du Worso e la struttura tedesca Komplizen Film, in coproduzione con ARTE France Cinéma, WDR, Film i Väst, Filmgate Films e Studioul de Creatie Cinematografica. È stato realizzato in associazione con ARTE France e MK2 Films, e MK2 detiene i diritti internazionali.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.