email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL / PREMI Italia

Pupi Avati, Gianni Amelio e Benoît Jacquot al Napoli Film Festival

di 

- La 21ma edizione della manifestazione partenopea è in programma dal 23 settembre all’1 ottobre, con omaggi alla cinematografia tedesca, alla Nouvelle Vague e al nuovo cinema spagnolo

Pupi Avati, Gianni Amelio e Benoît Jacquot al Napoli Film Festival
Dernier amour di Benoît Jacquot

Nove giorni “a tutto cinema” con oltre 150 proiezioni, 30 incontri ravvicinati con gli ospiti e 5 concorsi per l’assegnazione dei Vesuvio Awards, ma anche tanti premi volti a garantire una maggiore visibilità alle opere prime e seconde. Prende il via oggi, 23 settembre, la 21ma edizione del Napoli Film Festival, che quest’anno ha come nuovo quartier generale l’Institut Français Napoli, con eventi anche all'Instituto Cervantes, al Goethe-Institut Neapel e a Castel dell’Ovo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Fino all’1 ottobre, la manifestazione partenopea diretta da Mario Violini sarà animata da grandi ospiti come Pupi Avati e Gianni Amelio, ai quali sarà consegnato il Premio alla Carriera; dal regista francese Benoît Jacquot, il cui ultimo film su Giacomo Casanova, Dernier amour [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, aprirà il festival; da Toni Servillo (che accompagnerà 5 è il numero perfetto [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Igort
scheda film
]
, presentato di recente alle Giornate degli Autori di Venezia), Valeria Golino (nel cast del film di Igort e anche in quello di Jacquot, dove interpreta la prima donna sedotta da Casanova) e Lunetta Savino (protagonista di Rosa [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Katja Colja). E poi ancora, fra gli altri, l’incontro con il regista Gianfranco Pannone per la proiezione del suo nuovo film documentario Scherza con i fanti [+leggi anche:
trailer
intervista: Gianfranco Pannone, Ambrog…
scheda film
]
, diretto con Ambrogio Sparagna, e quello con l’attrice Angela Fontana per l’anteprima campana di Likemeback [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Leonardo Guerra Seràgnoli.

I nuovi autori europei sono in gara nella sezione Europa/Mediterraneo, con due opere in anteprima mondiale: Danimarca del regista britannico Adrian Shergold (una commedia agrodolce sulle vicende di un uomo sfortunato e senza lavoro che viaggiando in Europa prova a farsi arrestare per avere un letto dove dormire) e l’italiano Mai per sempre [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Fabio Massa (una drammatica storia di amicizia, amore e di una lotta interna tra il bene e il male); altri titoli provengono dalla Croazia (Aleksi [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Barbara Vekaric, dove una ragazza prova a scappare dalla vita noiosa che la famiglia le ha imposto), dalla Germania (il thriller A Clear Felling di Max Glescinski, storia di due amici che si ritrovano vent’anni dopo ad affrontare oscure verità) e dal Marocco (La guaritrice di Mohamed Zineddaine, ambientato alla periferia di Khouribga, una città vicino a una miniera di fosfato).

Tra i “Percorsi d’autore”, si segnala una retrospettiva dei primi quattro film del regista canadese Xavier Dolan. Tra le altre rassegne previste, un omaggio alla cinematografia tedesca dal titolo “Focus 1989-2019: la caduta del muro di Berlino” con la proiezione di film inediti in Italia in occasione dei trent’anni dallo storico evento. Un altro anniversario importante sarà celebrato con la rassegna “Autour 1959... la Nouvelle Vague”, da Godard a Truffaut, a sessant’anni dalla nascita dell’innovatore movimento cinematografico francese. Una finestra sarà inoltre dedicata al cinema spagnolo con la proiezione di opere prime, tra cui l’anteprima di Trenta fuochi [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Diana Toucedo
scheda film
]
di Diana Toucedo, che chiuderà il festival.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy