email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

ASTRA 2019

Recensione: Teach

di 

- Il film di Alex Brendea sul sistema educativo rumeno ha vinto il premio per il miglior documentario rumeno all'Astra Film Festival

Recensione: Teach
Dorin Ioniţă in Teach

Presentato in anteprima mondiale al 26° Astra Film Festival, il documentario del regista rumeno Alex Brendea Teach ha vinto il premio come miglior documentario rumeno del festival (leggi la news). Teach incontrerà il pubblico internazionale al Ji.hlava International Documentary Film Festival, dove partecipa alla competizione Between the Seas.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ci sono pochi documentari in cui la regia è discreta come in Teach. E ci sono pochi documentari in cui la psicologia del protagonista viene esplorata con maggior rispetto. A volte, la considerazione di un regista per la sensibilità del personaggio principale può benissimo costituire un difetto, ma non in Teach, un documentario che fa luce sia sul fallace sistema educativo rumeno sia su un outsider che offre una soluzione molto personale a un approccio obsoleto all'insegnamento.

Il film non è una radiografia del sistema educativo rumeno in sé; piuttosto, è un commento dallo spazio negativo. È la storia di Dorin Ioniţă, un'insegnante di matematica che, un decennio fa, ha capito che non avrebbe mai realizzato nulla all'interno del sistema, quindi ha rinunciato a insegnare in una scuola e ha aperto un centro di insegnamento estremamente casual nella sua casa in una piccola città di provincia rumena. Lo vediamo circondato da studenti di varie età, che scrivono laboriosamente sui loro quaderni. Rotondo e gioviale, autoironico e immensamente franco, l'insegnante riesce in qualche modo a trasformarli in una squadra che gioca in una grande partita, il cui grande trofeo è la conoscenza.

Pochi documentari sono in grado di darci più speranza di Teach. Il film approfondisce l'essenza stessa dell'insegnamento, esplorando come l'influenza di un modello, un po’ di spinta in una direzione o nell’altra, possano cambiare la vita di un giovane. Ai margini di un sistema educativo che è come una fotocopiatrice che sforna menti stampate con le stesse informazioni, Ioniţă è un pittore di talento e attento. Sa che ogni tela è diversa, e si comporta di conseguenza.

Ma Teach non riguarda la matematica, e neanche esattamente l'insegnamento. Teach è un film sulla comprensione e sul tango a volte difficile tra due persone molto diverse alla ricerca dello stesso ritmo. È davvero emozionante vedere come, sotto la guida di Ioniţă, ogni studente possa trovare il proprio posto, un posto dove iniziare a sviluppare conoscenze. Guardando Teach, si capisce veramente che ogni problema ha una soluzione.

Senza trasformarsi in un ambasciatore della matematica, Ioniţă predica su struttura e ordine, sulla pianificazione e la decostruzione di un problema e la ricerca di soluzioni. A volte può parlare di equazioni, funzioni e logaritmi, ma questo è solo perché i suoi studenti devono studiarli: il suo messaggio supera questi dettagli, aprendo un ombrello che copre tutte le aree di studio.

In un mondo ideale, Teach verrebbe proiettato davanti a tutti i nostri insegnanti perché in modo umoristico, anche toccante, dimostra che l'insegnamento non significa dare informazioni, ma soprattutto comprendere. Sepolti sotto curricula prolissi e obsoleti, l’enorme mole di lavoro e frustrazioni varie, gli insegnanti regolari sembrano dimenticare questa essenza dell'insegnamento. È una buona cosa che Ioniţă sia lì per ricordare loro la loro vocazione, e anche i grandi vantaggi di aprire le menti (e le anime) dei più giovani.

Teach è prodotto dalla rumena Luna Film. Il documentario sarà distribuito a livello nazionale nel 2020.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.