email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

TORINO 2019 TorinoFilmLab

Assegnati i premi del 12° TorinoFilmLab

di 

- Diciassette i premi, a sostegno di sviluppo, produzione e distribuzione, attribuiti al termine del Meeting Event annuale ai migliori progetti di quest’anno, per un totale di 437.000 euro

Assegnati i premi del 12° TorinoFilmLab
La produttrice Michela Pini e il regista Cyril Schäublin con il loro TFL Production Awards per Unrest (© TFL)

Anche quest’anno, i premi del TorinoFilmLab viaggiano in tutto il mondo, dalla Svizzera alla Colombia, dalla Germania al Nepal, passando per Francia, Italia, Romania e spingendosi fino in Indonesia e Mongolia. Il laboratorio internazionale che supporta talenti alla loro opera prima o seconda, e che ha chiuso la sua 12ma edizione il 23 novembre con il consueto Meeting Event a Torino, ha assegnato, tra gli 11 progetti di FeatureLab, i suoi due premi di produzione (per un totale di 80.000 euro) al progetto svizzero Unrest di Cyril Schäublin (una storia d’amore ambientata in una fabbrica di orologi nella Svizzera del 1872, vincitrice anche dell’ArteKino International Prize e dell’Amsterdam Post Lab Award) e al rumeno Victus di Andrei Tănase (storia tragicomica di una donna sull’orlo di una crisi di nervi che fa accidentalmente scappare una tigre dallo zoo e si lancia alla sua ricerca).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I tre premi di coproduzione, stanziati da Europa Creativa - MEDIA per un totale di 150.000 euro, sono andati invece al progetto colombiano-olandese A Male di Fabián Hernández (in cui un adolescente di Bogotà cerca di liberarsi dagli stereotipi machisti imposti dalla società; il progetto ha vinto anche il Sub-ti Award), il primo lungometraggio dell’attrice israeliana Veronica Nicole Tetelbaum, Houses (in cui il protagonista torna nella casa d’infanzia alla riscoperta di se stesso), e Runner di Marian Mathias (storia di un primo amore ambientata nel Midwest americano, che si annuncia di grande impatto visivo).

“Oggi che la pressione del mercato è alta e l’industria va tutta nella stessa direzione, è molto importante supportare filmmaker che si prendono rischi in termini di linguaggio cinematografico e di storie”, ha affermato a Cineuropa la cineasta rumena Adina Pintilie, membro della giuria FeatureLab di quest’anno insieme alla produttrice Isabelle Glachant, il delegato generale della Settimana della Critica veneziana Giona Nazzaro, l’esperta di produzione e televisione Julia Oh e il senior consultant di coproduzioni internazionali Katriel Schory. “Il TFL sostiene progetti molto coraggiosi. Senza il suo supporto in sviluppo e produzione, un film di ricerca come Touch Me Not [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Adina Pintilie
scheda film
]
, probabilmente, non sarebbe stato fatto”, ha aggiunto la regista vincitrice con questo titolo dell’Orso d’Oro a Berlino 2018.

I tre Audience Design Fund Awards del TFL 2019, mirati a supportare strategie innovative di coinvolgimento del pubblico al momento della distribuzione, sono stati attribuiti a Cuban Dancer di Roberto Salinas, La Nuit des Rois [+leggi anche:
trailer
intervista: Philippe Lacôte
scheda film
]
di Philippe Lacôte e Maternal [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Maura Delpero
scheda film
]
di Maura Delpero. Infine, novità di quest’anno, il primo TFL World Co-Production Fund Award, che sostiene la realizzazione di un film diretto da un regista esperto (da opere terze in su), è andato a The Sky Is Mine di Deepak Rauniyar.

I premi del 12° TorinoFilmLab:

2 TFL Production Awards
Unrest - Cyril Schäublin (Svizzera)
Victus - Andrei Tănase (Romania)

3 TFL Co-Production Awards
A Male - Fabián Hernández (Colombia/Paesi Bassi)
Houses - Veronica Nicole Tetelbaum (Israele)
Runner - Marian Mathias (Germania/Francia/Stati Uniti)

TFL Audience Design Fund Awards
Cuban Dancer - Roberto Salinas (Italia/Canada/Cile)
La Nuit des Rois [+leggi anche:
trailer
intervista: Philippe Lacôte
scheda film
]
- Philippe Lacôte (Francia/Canada/Costa d’Avorio)
Maternal [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Maura Delpero
scheda film
]
- Maura Delpero (Italia/Argentina)

TFL World Co-Production Fund Award
The Sky Is Mine - Deepak Rauniyar (Nepal/Norvegia/Germania/Paesi Bassi/Singapore)

Premi collaterali

TFL White Mirror
Wild Encounters - Sarah Arnold (Francia/Svizzera)

Hamilton Behind the Camera Award – Talent for the Future
The Songsmith - Bayu Prihantoro Filemon (Indonesia)

CNC Award
Painless - Michael Wahrmann (Brasile)
Menzione speciale della giuria CNC
Ze - Lkhagvadulam Purev-Ochir (Mongolia)

ArteKino International Prize
Unrest - Cyril Schäublin

Amsterdam Post Lab Award
Unrest - Cyril Schäublin

Sub-ti Award
A Male - Fabián Hernández

Sub-ti Access Award
A Year of Cold - Min Bahadur Bham (Nepal/Francia/Norvegia/Singapore/Myanmar)

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy