email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

FESTIVAL / PREMI Italia

Noir in Festival, tra dark comedy e realismo

di 

- Dal 6 al 12 dicembre a Como e Milano si rinnova l’appuntamento con letteratura e cinema, con un omaggio a Batman e una selezione del cinema di genere recente

Noir in Festival, tra dark comedy e realismo
4X4 di Mariano Cohn

Si apre nel segno della memoria la 29ma edizione del Noir in Festival in programma a Como e Milano dal 6 al 12 dicembre con la direzione di Giorgio Gosetti, Marina Fabbri e Gianni Canova (delegato IULM, Università di Comunicazione e Lingue): il festival ricorda gli 80 anni di Batman, cavaliere nero nato dalla graphic novel e diventato icona cinematografica.

I sei film in concorso per il cinema, giudicati da una giuria composta dall’attrice Lucia Mascino, dalla regista Patricia Mazuy e dalla produttrice e festival manager Mira Staleva portano in primo piano la “nuova onda” del cinema sudamericano con il cileno Araña di Andrés Wood, il brasiliano Bacurau [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Kleber Mendonça Filho, Jul…
scheda film
]
di Kleber Mendonça Filho e Juliano Dornelles, l’argentino 4X4 [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Mariano Cohn, con Dear Agnes di Daniel Alfredson, l’ultimo film della trilogia svedese di “Intrigo” di Håkan Nesser (ospite d’onore per la letteratura), il coreano The Beast di Lee Jeong-ho (remake del classico polar 36 Quai des Orfèvres), il cinese Il lago delle oche selvatiche [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Diao Yinan
scheda film
]
di Diao Yinan, rivelazione all’ultimo festival di Cannes.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Tra gli autori letterari ospiti ci sono Giancarlo de Cataldo, Gianrico Carofiglio, Maurizio De Giovanni, Donato Carrisi, tutti nomi affermati da tempo strettamente legati anche al cinema e alla serialità televisiva, accanto a talenti emergenti come Piernicola Silvis.

In parallelo con la letteratura, anche il cinema italiano mette in gara i suoi finalisti della stagione con il Premio Caligari: sei i film italiani che saranno visti e giudicati dalla giuria popolare presente all’Auditorium IULM di Milano. Anche qui domina la varietà e l’idea di trasformazione del genere tra il kafkiano L’uomo del labirinto [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Donato Carrisi e il road movie Il ladro di giorni [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Guido Lombardi, il realismo de Lo spietato [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Renato De Maria e de La paranza dei bambini [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Roberto Saviano
scheda film
]
di Claudio Giovannesi e la dark comedy de Gli uomini d’oro [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
di Vincenzo Alfieri e della graphic novel diventata cinema 5 è il numero perfetto [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Igort
scheda film
]
di Igort. Fino all’omaggio fuori concorso che sottolinea il valore de Il Traditore [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Marco Bellocchio
scheda film
]
di Marco Bellocchio, da pochi giorni insignito della Laurea Honoris Causa dallo IULM.

Tra gli eventi speciali in programma l’anteprima della nuova serie svedese Stockholm Requiem dai romanzi di Kristina Ohlsson e il premio alla carriera a un maestro anche del noir come Bertrand Tavernier. Anche l’ottava edizione del MICI - Meeting Internazionale del Cinema Indipendente, organizzato da AGICI - Associazione Generale Industrie Cine-Audiovisive Indipendenti, in collaborazione con il festival (leggi la news).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.