email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

ARCHIVI Francia

Salvaguardare le opere

di 

Nuova missione per la conservazione del patrimonio audiovisivo e cinematografico, affidata dal ministro della cultura Jean-Jacques Aillagon a Hubert Astier. Di fronte al rapido degrado dei materiali filmici e con lo sviluppo delle tecnologie digitale, lo Stato francese auspica infatti di riorganizzare ed eventualmente riunire gli archivi cinematografici e audiovisivi, attualmente gestiti dal Centre National de la Cinématographie), dal Institut National de l’Audiovisuel (INA) e da un dipartimento della Biblioteca Nazionale di Francia (BNF).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Digitalizzazione e salvaguardia delle opere sono quindi i temi della missione di Astier che debutta nel momento in cui la maggioranza delle pellicole sono state restaurate. Alla direzione dello studio è stato nominato l’ex- direttore di gabinetto di Jacques Toubon, al ministero della cultura, Hubert Astier, ispettore generale dell’amministrazione degli affari culturali. Il suo rapporto sarà oggetto di un primo bilancio alla fine del gennaio 2004 e sarà ripreso nel corso del primo trimestre dello stesso anno.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy