email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

MIA 2020

Il MIA 2020 a Roma "Covid-proof" e su piattaforma digitale

di 

- Il market si svolgerà dal 14 al 18 ottobre, in un ambiente protetto, integrato da una attività on line. Si comincia oggi con un webinar sulle nuove prospettive di produzione e distribuzione

Il MIA 2020 a Roma "Covid-proof" e su piattaforma digitale

La sesta edizione del MIA Audiovisual International Market si svolgerà dal 14 al 18 ottobre 2020 a Roma nei consueti spazi del Distretto Barberini, in un ambiente protetto e Covid proof, grazie a protocolli che consentiranno la piena partecipazione nazionale e internazionale a tutti gli appuntamenti, con le necessarie precauzioni per la salute pubblica. L’attività on-site sarà ulteriormente potenziata e integrata dall’attività online, grazie ad un nuovo strumento: il MIA Digital. Si tratta di una piattaforma online che consentirà l’accesso esclusivo e in diretta live a migliaia di utenti, da tutti i device e sistemi operativi, la fruizione digitale di tutte le attività e di tutti i servizi del Mercato e la possibilità di accedere ad un vasto catalogo di contenuti multimediali inediti.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La piattaforma verrà ulteriormente implementata nel corso dei prossimi mesi e il sito ufficiale del MIA Market, completamente rinnovato e potenziato, è già operativo e pronto ad accogliere le prime attività dell’edizione 2020. Si terranno, infatti, il 14 e il 18 maggio i due webinar promossi dalla manifestazione per analizzare le nuove prospettive della produzione e della distribuzione audiovisiva (qui per registrarsi).

Si inizierà il 14 maggio con il panel, in collaborazione con EAVE e EPC -The European Producers Club, "Back to the Future: Dopo il lockdown quali scenari per la produzione audiovisiva?" Alcuni produttori europei condivideranno le possibili modalità per far ripartire il settore e ricominciare a produrre e girare in sicurezza: Marta Donzelli (Vivo Film, Italia); Jonas Dornbach (Komplizen Film, Germania); Alexandra Lebret (European Producers Club); Alvaro Longoria (Morena Films, Spagna); Giannandrea Pecorelli (Aurora TV, Italia) Carole Scotta (Haut et Court, Francia). Tra i temi, le assicurazioni, la disponibilità dei talent, i protocolli per set Covid-proof, le più urgenti misure di sostegno richieste dai produttori per poter tornare al lavoro. Modererà l’incontro il giornalista Nick Vivarelli (Variety).

Dal 15 maggio saranno, inoltre, aperte le iscrizioni al Pitching Forum e Co-production Market per le sezioni Film, Drama e Doc, che, anche quest’anno, selezionerà circa 50 progetti da tutto il mondo. I progetti selezionati avranno quindi l'opportunità, durante i giorni del mercato, di essere presentati a un pubblico di key players nazionali e internazionali, delle principali emittenti europee e americane e delle piattaforme OTT, con l’obiettivo di sostenere la coproduzione, il finanziamento e la diffusione dei più interessanti contenuti premium in arrivo.

Il MIA è nato dalla joint venture tra ANICA e APA Associazione Produttori Audiovisivi, con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e di ICE, Mibac, Regione Lazio e Creative Europe e la partecipazione, tra gli altri, di Apulia Film Commission, Unicredit, Fondazione Cinema per Roma, Eurimages. Dalla prima edizione, il MIA è cresciuto di quasi il doppio in termini di presenze e numero di contenuti presentati (+84% dal 2015), dal 2017 gli operatori registrati sono aumentati del 35%, dal 2018 del 20%. Nell’edizione 2019 sono state 2.600 le presenze a Palazzo Barberini in 4 giorni di mercato, di cui il 44% internazionali; 4.295 le presenze a panel, screenings, pitching forums e content showcase, di cui ancora 44% internazionali.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy