email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

GALWAY 2020

Recensione: Redemption of a Rogue

di 

- La commedia dark di Philip Doherty, presentata in anteprima mondiale la scorsa settimana, è stata la più grande sorpresa del Galway Film Fleadh di quest'anno

Recensione: Redemption of a Rogue
Aaron Monaghan in Redemption of a Rogue

La commedia dark di Philip Doherty, Redemption of a Rogue [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, ha trionfato al Galway Film Fleadh di quest'anno (7-12 luglio), aggiudicandosi il titolo di miglior film irlandese e miglior opera prima irlandese (leggi la news). Il film è il lungometraggio d'esordio di Doherty, famoso in Irlanda come drammaturgo e direttore artistico della Gonzo Theater Company, con sede a Cavan. Prima di lavorare alla commedia, Doherty ha anche diretto la serie comica The Begrudgers, progetto per il quale ha vinto il concorso web-drama StoryLand di RTÉ nel 2012.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Redemption of a Rogue racconta la storia in cinque capitoli di un uomo chiamato Jimmy Cullen (il talentuosissimo Aaron Monaghan), che torna a casa nel villaggio immaginario di Ballylough (situato nella Contea di West Cavan) per visitare suo padre malato e cercare redenzione prima di dire addio al mondo. Il suo piano è chiaro fin dall'inizio, poiché vediamo Monaghan portare con sé una borsa da medico e recarsi in un negozio di ferramenta per scegliere una corda adatta. La scena ambientata in questo negozio (e il dialogo esilarante tra lui e il proprietario, interpretato da Shane Connaughton) è un grande pezzo di commedia e dà il tono all'intero film, mentre vediamo Jimmy discutere della migliore corda possibile per il suo suicidio. Oltre allo scambio surreale, la scena mostra un eccellente lavoro di montaggio a fini comici e mette in risalto magistralmente l'assurdità dei personaggi e le situazioni in cui si trovano (principalmente attraverso tagli in asse e altre contrapposizioni divertenti).

Successivamente, mentre il padre di Jimmy esala il suo ultimo respiro, rimbombano i tuoni e inizia a piovere. Ma nel suo testamento, il padre di Jimmy chiede di non essere sepolto in una giornata bagnata, il che rende le cose molto più complicate. L'uomo è quindi costretto a intraprendere un viaggio sacrificale e stravagante per liberarsi della colpa e della vergogna del suo passato. In particolare, il suo incontro con una cantante di nome Masha (Aisling O’Mara) avrà un ruolo fondamentale nel suo cammino verso la redenzione.

In termini generali, questa commedia dark riecheggia vagamente le inquietanti atmosfere dei film dei fratelli Cohen, sebbene la sua singolarità emerga da una scrittura brillante (forse influenzata dal passato lavoro teatrale di Doherty) e l'ovvia ambientazione nell'Irlanda rurale, che serve bene gli scopi narrativi del film. Inoltre, ci sono diversi pezzi memorabili di umorismo nero che coinvolgono un goffo tentativo di suicidio testimoniato da un gruppo di bambini, visioni folli di bare duellanti, il congelamento del cadavere del padre tramite delle pizze congelate e una conversazione surreale con la Vergine Maria, tra gli altri. Inoltre, la piacevole colonna sonora originale di Robbie Perry sottolinea ulteriormente l'umore peculiare del film e viene occasionalmente suonata in modo intradiegetico. In una delle prime scene, ad esempio, un gruppo di musicisti smette improvvisamente di suonare dopo aver notato il passaggio di Jimmy. Nel complesso, il risultato finale ottenuto da Doherty è davvero encomiabile e si spera che spiani la strada ai suoi futuri lavori cinematografici.

Redemption of a Rogue è prodotto da Emma Foley e Tamryn Reinecke per la società di Dublino Pale Rebel Productions. Wildcard Distribution lancerà il film nelle sale entro la fine dell'anno.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy