email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

HAUGESUND 2020

Recensione: Forest Giant

di 

- Il terzo lungometraggio di Ville Jankeri è un riuscito film per il pubblico, tinto di nostalgia, con un messaggio sociale anti-corporativo

Recensione: Forest Giant
Anu Sinisalo e Jussi Vatanen in Forest Giant

Forest Giant [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, il terzo lungometraggio del regista finlandese Ville Jankeri (Gold Digger [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), è stato presentato in anteprima mondiale a Haugesund prima della sua uscita in patria l'11 settembre. Dramma generoso con una prospettiva di giustizia sociale e spirito umoristico, dovrebbe soddisfare il pubblico locale e suscitare interesse anche in altri territori nordici.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il nostro eroe è Pasi (Jussi Vatanen, appassionato e convincente), responsabile dello sviluppo presso una grande azienda molitoria di Helsinki. Spera in una promozione mentre fa acquisti per un nuovo appartamento insieme alla moglie incinta Linda (Sara Soulié). Quando il suo glaciale capo Katariina (Anu Sinisalo) lo manda nella sua città natale di Törmälä per eseguire i licenziamenti presso la fabbrica di compensato locale, obbedisce, anche se l'ultima cosa che vorrebbe è tornare nel luogo da cui ha voluto così fortemente andar via e portare miseria ai suoi amici e conoscenti d'infanzia.

Quando incontriamo i lavoratori della fabbrica, il caposquadra li ha appena informati che hanno segnato un nuovo record di produzione, ma questo non importa a un'azienda che ha migliaia di operazioni simili in tutto il paese. Tuttavia, Pasi trova un modo per ribaltare la decisione, che prevede la costruzione di una ferrovia e l'assunzione di più lavoratori. Affinché funzioni, ci sono alcune questioni politiche da affrontare, quindi Pasi iscrive il suo migliore amico d'infanzia Janne (Hannes Suominen) come candidato alle elezioni locali. Se vince, c'è la possibilità che il mulino Törmälä non solo sopravviva, ma che attiri anche investitori e assuma più persone.

L'impostazione a misura di pubblico con cui molti spettatori si relazioneranno si basa sul contrasto tra l'ambizioso Pasi e l'inerte Janne, tra la capitale e la provincia rurale. Come Pasi dice alla moglie, "non sono come noi. Ascoltano heavy metal e mangiano bastoncini di pesce". Quindi, quando Pasi fa visita al suo amico, l'unica domanda che Janne gli pone mentre porta il primo dei tanti bicchieri di alcol della serata, è "Maiden o Metallica?".

Il vecchio cameratismo è tornato e Jankeri lo sostiene con flashback degli anni '80, tra cui una battuta sull'urina legata al soprannome di Pasi: un bel tocco e un’allusione alla commedia nordica in un film altrimenti molto dignitoso e adatto alle famiglie. L'inevitabile e nostalgico viaggio nella memoria non è, tuttavia, così dolce, e il famigerato alcolismo finlandese viene trattato come qualcosa di più di una gag, fornendo informazioni sulla personalità del protagonista e sulle ragioni per amare e odiare il suo luogo di nascita.

Forest Giant è una bella produzione, con molta attenzione ai dettagli della scenografia e dei costumi, in qualche modo al confine tra realismo e stilizzazione. La fotografia di Aarne Tapola è disciplinata ma varia, utilizzando sia la videocamera portatile che quella statica, mentre l'illuminazione un po' oscura nelle scene dei flashback contrasta piacevolmente con le immagini nitide dei giorni nostri.

Basata su un romanzo di Miika Nousiainen, la sceneggiatura co-firmata da Jankeri e Timo Turunen è strutturata in modo abbastanza tradizionale, e il finale è felice pur rimanendo relativamente plausibile con una posizione chiaramente anti-corporativa.

Forest Giant è una produzione della compagnia di Helsinki Solar Films, ed è distribuito in Finlandia da Nordisk Film.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy