email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

TORINO 2020

Il programma del Torino Film Festival online

di 

- La 38ma edizione del festival torinese si svolgerà interamente in streaming dal 20 al 28 novembre con 133 film e 52 anteprime mondiali

Il programma del Torino Film Festival online
Why Not You di Evi Romen

Una selezione di 133 film, di cui 64 lungometraggi, 52 anteprime mondiali e 16 anteprime internazionali, una giuria composta tutta da donne e un’attenzione particolare ai talenti emergenti (29 opere prime tra i lungometraggi). È il Torino Film Festival edizione numero 38, la prima diretta da Stefano Francia di Celle e anche la prima (e si spera l’ultima) a svolgersi interamente online, causa Covid, dal 20 al 28 novembre, sulla piattaforma streaming di MyMovies.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Dei 12 film del concorso principale Torino 38 (11 opere prime e un’opera seconda), 6 sono diretti da donne e 6 da uomini, a sostegno della politica internazionale del “50/50 by 2020” lanciata dal Toronto Film Festival. Tra questi, il dramma LGBTQ+ rumeno Poppy Field [+leggi anche:
recensione
intervista: Eugen Jebeleanu
scheda film
]
di Eugen Jebeleanu, il titolo austro-belga Why Not You [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Evi Romen, Las niñas [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pilar Palomero
scheda film
]
della spagnola Pilar Palomero, Wildfire [+leggi anche:
recensione
intervista: Cathy Brady
scheda film
]
di Cathy Brady (Regno Unito/Irlanda); per l’Italia, c’è Regina di Alessandro Grande, storia di un padre e una figlia sconvolti da un evento tragico in una Calabria insolita, con Francesco Montanari e Ginevra Francesconi. La giuria del concorso, senza presidente, è tutta al femminile ed è composta da: la regista siriana Waad Al-Kateab, la sua collega britannica Martha Fiennes, l’attrice giapponese Jun Ichikawa, la regista d’animazione italiana Martina Scarpelli e la scrittrice iraniana Homayra Sellier.

Il Fuori concorso raccoglie gli sguardi più interessanti della produzione dell’anno, come i titoli italiani Il buco in testa di Antonio Capuano e Calibro 9 di Tony D'Angelo, il documentario Billie di James Erskine su Billie Holiday (Regno Unito), selezionato in collaborazione con il festival SeeYouSound, il francese Une dernière fois di Olympe de G., in collaborazione con il festival Fish&Chips, e The Salt in Our Waters [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, l’esordio del regista bengalese Rezwan Shahriar Sumit coprodotto dalla Francia e supportato dal TorinoFilmLab. E poi ancora, l’italo-cileno Vera de verdad [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Beniamino Catena, un racconto paradossale tra fantascienza e realismo dei sentimenti, e Helmut Newton: The Bad and the Beautiful [+leggi anche:
trailer
intervista: Gero von Boehm
scheda film
]
, il doc di Gero von Boehm sul grande fotografo.

Sul fronte dei documentari si segnalano My America di Barbara Cupisti, che racconta gli occhi e le voci degli americani comuni che vogliono mantenere un'integrità morale e sostenere gli ideali della Costituzione, Due scatole dimenticate - Viaggio in Vietnam di Cecilia Mangini e Paolo Pisanelli, basato su un grande reportage fotografico inedito, e Nuovo Cinema Paralitico di Davide Ferrario, piccoli pezzi d'Italia della durata di pochi minuti.

Tra le novità di questa edizione, la sezione Le stanze di Rol dedicata al cinema di genere, “luogo del mistero e dell’ignoto” che prende il nome dal sensitivo torinese Gustavo Adolfo Rol. Tra i titoli europei troviamo il danese Breeder di Jens Dahl, la serie spagnola Antidisturbios di Rodrigo Sorogoyen (leggi la recensione) e il titolo ungherese The Philosophy of Horror - A Symphony of Film Theory di Péter Lichter e Bori Máté. Nella sezione TFFdoc si potranno vedere, fra gli altri, Zaho Zay [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Maéva Ranaïvojaona e Georg Tiller (Austria/Francia/Madagascar) e il serbo In Praise of Love [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Tamara Drakuli.

Tra i protagonisti delle masterclass, i registi Aleksandr Sokurov e Mohsen Makhmalbaf. Il nuovo premio Stella della Mole dedicato all'innovazione artistica andrà all'attrice Isabella Rossellini.

Si ricorda infine che anche il TFL Meeting Event, forum internazionale di coproduzione del TorinoFilmLab, si svolgerà quest’anno interamente in forma digitale, dal 16 al 20 novembre, con oltre 60 progetti, tra film e serie TV, in cerca di produttori, coproduttori, agenti di vendita e altre tipologie di partner.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy