email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

BLACK NIGHTS 2020 Concorso Opere prime

Recensione: As Far as I Know

di 

- Nel loro primo lungometraggio, Nándor Lőrincz e Bálint Nagy esplorano gli effetti di uno stupro e il conseguente trauma sulla vita e sulle dinamiche relazionali di una coppia yuppie

Recensione: As Far as I Know
Gabriella Hámori e Balász Bodolai in As Far as I Know

La vita di una coppia può deragliare in un istante per un evento traumatico. La dinamica di coppia cambia all'improvviso o il trauma mette semplicemente a nudo alcuni problemi di fondo? Queste sono le domande che il duo di registi ungheresi Nándor Lőrincz e Bálint Nagy affrontano nel loro primo lungometraggio, il melange atmosferico di dramma relazionale e thriller a combustione lenta As Far as I Know [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, che è stato presentato in anteprima nel concorso opere prime del Festival Black Nights di Tallinn.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Dénes (interpretato da Balász Bodolai, visto in Sunset [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: László Nemes
scheda film
]
di László Nemes) e Nóra (Gabriella Hámori, che ha alle spalle ruoli in film di genere come Post Mortem [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e The Exam [+leggi anche:
recensione
scheda film
]
) sono orgogliosi membri della classe yuppie di Budapest. Sono una coppia da molto tempo, lavorano nella stessa società di marketing e condividono la stessa cerchia di amici di uguale successo. La loro prevista adozione di una bambina, Hana, sarebbe il passo successivo nella loro relazione.

Si incontrano con gli amici per festeggiare la decisione dell'agenzia di adozione in un pub di birra artigianale, ma la loro bella notizia è oscurata dall'annuncio di un'altra coppia al tavolo che sta aspettando il suo secondo figlio. Dénes e Nóra reagiscono in modo diverso: lei non sembra preoccuparsene, mentre lui mostra i segni di un ego fragile, e la loro discussione al ritorno verso casa si trasforma in un litigio acceso e rumoroso sull'autobus. Un uomo (Attila Menszátor Héresz) si intromette e non fa altro che peggiorare le cose. Nora scende dall'autobus a una fermata casuale e l'uomo la segue, mentre Dénes rimane sull'autobus. Arriva per primo a casa, e quando anche Nóra appare molto più tardi, è chiaramente sotto shock: è stata aggredita e violentata dall'uomo dell'autobus.

Vanno alla polizia pochi giorni dopo, ma è troppo tardi per le prove, e l'unica cosa che la polizia può fare è procedere con l’identikit del colpevole. Nel frattempo, Dénes conduce una sua “indagine” e rintraccia l'uomo, riferendo alla polizia dove si trova. Quando Nóra pubblica la sua esperienza online, attira una certa attenzione, sia desiderata che indesiderata, che si ripercuote su tutto, dalla loro carriera alle loro possibilità di portare a termine l'adozione. Ancora più importante, l'intera situazione porta alla luce problemi più profondi che hanno come coppia.

A differenza della dinamica della coppia nel film, la dinamica tra i due registi è abbastanza fluida. Qui si dividono i ruoli in modo rigoroso. Nagy, anche direttore della fotografia del film, si occupa dell’aspetto visivo, guidato dagli spunti della sceneggiatura di Lőrincz. Lavorando in sinergia, toccano alcune questioni nei meccanismi interni del sistema (alcune delle metafore visive sono oro puro), ma non si allontanano mai troppo dal soggetto centrale o dalla relazione di coppia, che vediamo quasi esclusivamente dal punto di vista di Dénes.

Entrambi gli interpreti recitano in un registro emotivo piacevole e di basso profilo, aggiungendo un altro strato di mistero al dramma centrale. La fotografia e i suoi colori chiari e vibranti sono in netto contrasto con l'area grigia della moralità e delle relazioni umane che il film dipinge, mentre la colonna sonora per pianoforte di Attila Fodor aggiunge tensione nei momenti giusti, rendendo As Far as I Know più che un semplice lungometraggio d'esordio ben fatto.

As Far as I Know è una coproduzione ungherese-rumena di M&M Film e Partnersfilm, ed è coprodotto dalla compagnia Chainsaw Europe.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy