email print share on Facebook share on Twitter share on reddit pin on Pinterest

PRODUZIONE / FINANZIAMENTI Svezia / Italia / Norvegia

A Torino le riprese del film svedese The Store

- Conclusa la prima fase delle riprese del nuovo lungometraggio diretto da Hanna Sköld, un dramma fantasy ibrido che combina live action e animazione

A Torino le riprese del film svedese The Store

Si è chiusa a Torino la prima fase delle riprese del lungometraggio The Store diretto dalla regista svedese Hanna Sköld (Granny's Dancing on the Table [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, presentato nella sezione New Directors di San Sebastián 2015) e con un team produttivo e artistico quasi interamente al femminile: oltre alla regista, le produttrici Lovisa Charlier per TangramFrancesca Portalupi per Indyca, la casting director Archanna Khanna, la DoP Hanna Högstedt.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

The Store, il cui progetto ha avuto un percorso di sviluppo durato 4 anni, è un film ibrido che combina riprese in live action con animazione a passo uno. È un dramma fantasy che, con un tocco umoristico e visionario, affronta le condizioni sempre più problematiche dei lavoratori europei del settore terziario, in particolare delle donne, con uno sguardo anche alla tematica ambientale.

La storia parla di un gruppo di dipendenti in un supermercato low-price. Quando Eleni, madre single di un bambino piccolo, viene promossa a direttrice del supermercato, deve dimostrare di essere all’altezza dell’incarico. Spinge i lavoratori al limite delle loro capacità, costringendoli a lavorare senza pause, determinata a migliorare i risultati del supermercato, qualunque cosa accada, con l'aiuto della sua migliore dipendente e amica: Shukri. Ma quando Shukri scopre di essere incinta ha paura di farlo sapere a Eleni, e inizia a nascondere la sua pancia in crescita per non essere licenziata. Dietro il negozio, due donne senzatetto raccolgono il cibo gettato nella spazzatura e iniziano lentamente un processo verso la costruzione di un collettivo più sostenibile.

Nei sei giorni di riprese piemontesi il lungometraggio ha utilizzato la miniera di Traversella, in Valchiusella, mentre le riprese torinesi hanno coinvolto principalmente il Sermig-Arsenale della Pace. Alle animazioni del film partecipa il collettivo Studio Ibrido con la supervisione di Massimo Ottoni.

The Store è una coproduzione tra Svezia/Italia/Norvegia di Tangram Film, Gotafilm, Indyca e Fidalgo, con il sostegno di Swedish Film Institute, Film i Vast, Piemonte Film Tv Fund, Eurimages, MiC, dopo esser stato selezionato all’Atelier di Cannes 2020 e al Venice Gap Financing 2021.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Privacy Policy